Discussione:
L'importante lavoro di DERREL SIMS
(troppo vecchio per rispondere)
Antonio Bruno
2007-02-16 01:11:34 UTC
Permalink
Un RICERCATORE meritevole di attenzione per il meticoloso lavoro svolto nel
campo dell'ufologia e, in particolare, dei rapimenti o abductions è Derrel
Sims.

Studioso di testi sacri e antichi, ritiene che fatti storici riportati nella
Bibbia, negli scritti sumerici, nella storia tedesca del 15° secolo e in
quella americana del 19° secolo possano offrire una direzione
nell'affrontare il problema. A tutt'oggi, Sims non ha mai rivelato a nessuno
qual è il vero scopo per cui esistono questi impianti. Tutto ciò che
dichiara è: "Non sono ciò che pensate e non hanno una tecnologia come noi la
intendiamo e non assomigliano neppure agli impianti che si usano nella
comunità medico/scientifica.".
Il sogno di Derrel Sims è stato quello di realizzare un accorpamento di
persone - che lui denomina appunto "Dream Team" - tra cui si annoverano
medici, chirurghi, professionisti della salute mentale e scienziati
specializzati in vari campi. L'idea è di realizzare un sistema di revisione
dei casi e dei dati "alla pari", in modo che le procedure e i protocolli di
ogni affiliato impediscano la diffusione di atti o notizie non valutate
completamente, salvaguardando la segretezza del lavoro di ognuno. In questa
ottica va vista l'affiliazione dello stesso Derrel Sims al Parsec - il
gruppo di psicoterapeuti italiani che
si occupano di incontri ravvicinati utilizzando un preciso protocollo di
intervento - e l'affiliazione al suo Saber Enterprises di alcuni terapeuti e
scienziati italiani. (articolo esteso:
http://www.primocontatto.net/articoli/sims.htm)

Antonio Bruno
http://www.edicolaweb.net/graal.htm
http://groups.msn.com/LaricercadelGraal/_homepage.msnw?pgmarket=it-it
Non sono io che frequento i posti dove sta AB, è AB che infesta i posti
dove sto io (un docente di Fisica che nel molto tempo libero si allena nel
rivoltamento acrobatico delle frittate)
Kennyt
2007-02-16 01:27:47 UTC
Permalink
Post by Antonio Bruno
Un RICERCATORE meritevole di attenzione per il meticoloso lavoro svolto
nel campo dell'ufologia e, in particolare, dei rapimenti o abductions è
Derrel Sims.
Ancora ad occuparti di queste cose invece di cercare Dio *, tsk tsk,
allora in questa lettera che avevi mandato ai giornali dicevi bugiole...


"Vorrei precisare tante altre cose, compresa, comunque, la mia volontà
di cambiare il mio stile di vita in una ricerca individuale e limpida
di quel Dio in cui ho sempre creduto pur se sono indubbiamente caduto
in qualche innegabile errore.

Pertanto, per quanto mi riguarda, basta associazioni e basta
esoterismo.

Ora desidero solo riabbracciare al più presto i miei amati
cari, la mia adorata figlia di 14 anni, di tornare nel mio caro bosco
con gli stupendi cani che mi mancano da morire.
Il carcere, in questo senso, con tutti i suoi lati terribili, è stato
per me scuola di vita per comprendere che le cose più semplici e
limpide sono quelle che per un uomo contano di più.
Grazie a tutti coloro che vorranno giudicarmi senza troppa severità".
Antonio Bruno"


Ken

* cmq di cercare lavoro invece che Dio non se ne parla nemmeno vero?

pero' i soldi per fare cause ti spuntan come funghi, che strana vita hai tu,
sarebbe da indagare, opsss
noizn senza pssarole
2007-02-16 07:39:57 UTC
Permalink
Post by Kennyt
Ancora ad occuparti
è un articolo interessantissimo

e tu rispondi in modo cosi vile

te lo chiedo davvero pregandoti di finirla

mi fa schifo leggere queste bassezze cosi vili

ti prego di finirla, ti scongiuro

penso che chi legge vomiti e abbia uno schifo totoale
Antonio Bruno
2007-02-16 10:04:19 UTC
Permalink
Post by noizn senza pssarole
Post by Kennyt
Ancora ad occuparti
è un articolo interessantissimo
e tu rispondi in modo cosi vile
te lo chiedo davvero pregandoti di finirla
mi fa schifo leggere queste bassezze cosi vili
ti prego di finirla, ti scongiuro
penso che chi legge vomiti e abbia uno schifo totoale
Grazie di non aver quotato, per una volta, quelle che immagino le pietose
nefandezze diffamatorie di quel soggetto disturbato. Pensa che se tutti
facessero così, ovvero non rispondessero a questi provocatori quotando
sempre tutto ciò che blaterano, si contribuirebbe ad abbassare il tono dei
flames e delle polemiche.
Lo so che si rifugieranno nel morphing ma sarebbe comunque un lasciare a
loro tutto l'onere della mancanza di rispetto di un NG, dei suoi
frequentatori e di chi vorrebbe discutere seriamente delle materie IT.
Prova a non quotarli più, dai...
Ciao

Antonio Bruno
http://www.edicolaweb.net/graal.htm
http://groups.msn.com/LaricercadelGraal/_homepage.msnw?pgmarket=it-it
Non sono io che frequento i posti dove sta AB, è AB che infesta i posti
dove sto io (un docente di Fisica che nel molto tempo libero si allena nel
rivoltamento acrobatico delle frittate)
Nicola®
2007-02-16 11:12:42 UTC
Permalink
Post by Antonio Bruno
Lo so che si rifugieranno nel morphing
Parli di Noizn, vero?
--
Loading Image...
Kennyt
2007-02-16 13:48:50 UTC
Permalink
Post by Antonio Bruno
Grazie di non aver quotato, per una volta, quelle che immagino le pietose
nefandezze diffamatorie
Effettivamente,
era una lettera tua...
Ken
Gufo Rosso
2007-02-16 01:36:11 UTC
Permalink
Post by Antonio Bruno
Un RICERCATORE meritevole di attenzione per il meticoloso lavoro svolto nel
campo dell'ufologia e, in particolare, dei rapimenti o abductions è Derrel
Sims.
Studioso di testi sacri e antichi, ritiene che fatti storici riportati nella
Bibbia, negli scritti sumerici, nella storia tedesca del 15° secolo e in
quella americana del 19° secolo possano offrire una direzione
nell'affrontare il problema. A tutt'oggi, Sims non ha mai rivelato a nessuno
qual è il vero scopo per cui esistono questi impianti. Tutto ciò che
dichiara è: "Non sono ciò che pensate e non hanno una tecnologia come noi la
intendiamo e non assomigliano neppure agli impianti che si usano nella
comunità medico/scientifica.".
Il sogno di Derrel Sims è stato quello di realizzare un accorpamento di
persone - che lui denomina appunto "Dream Team" - tra cui si annoverano
medici, chirurghi, professionisti della salute mentale e scienziati
specializzati in vari campi. L'idea è di realizzare un sistema di revisione
dei casi e dei dati "alla pari", in modo che le procedure e i protocolli di
ogni affiliato impediscano la diffusione di atti o notizie non valutate
completamente, salvaguardando la segretezza del lavoro di ognuno. In questa
ottica va vista l'affiliazione dello stesso Derrel Sims al Parsec - il
gruppo di psicoterapeuti italiani che
si occupano di incontri ravvicinati utilizzando un preciso protocollo di
intervento - e l'affiliazione al suo Saber Enterprises di alcuni terapeuti e
http://www.primocontatto.net/articoli/sims.htm)
un altro malanga
IMHO tra un po l'ufologia diventa materia UNIVERSITARIA

Malanga ha mosso le acque, e le cose le spiega molto bene
Post by Antonio Bruno
Antonio Bruno
http://www.edicolaweb.net/graal.htm
http://groups.msn.com/LaricercadelGraal/_homepage.msnw?pgmarket=it-it
Non sono io che frequento i posti dove sta AB, è AB che infesta i posti
dove sto io (un docente di Fisica che nel molto tempo libero si allena nel
rivoltamento acrobatico delle frittate)
Antonio Bruno
2007-02-16 10:08:44 UTC
Permalink
Post by Gufo Rosso
un altro malanga
IMHO tra un po l'ufologia diventa materia UNIVERSITARIA
Malanga ha mosso le acque, e le cose le spiega molto bene
Se l'ufologia fosse studiata all'università, troverebbe una marea di
oppositori e denigratori, come è successo per la parapsicologia. Ma varrebbe
la pena di tentare, che gli scienziati, gli studiosi ed i RICERCATORI onesti
si dessero da fare per ottenere ascolto e rispetto dalla boria dello status
ortodosso. Quest'ultimo, si sa, inizia la sua controffensiva come sempre
denigrando ad personam lo scienziato o lo studioso "ribelle" (guarda quello
che accade qui con i servetti manovali di tali poteri ortodossi!); poi, dopo
aver cercato di crear loro il vuoto attorno, si avvalgono dei mass media e
di tutta l'ignoranza che c'è in argomento per bollare e tacitare queste
ricerche.
Ma vale la pena di insistere e di lottare. Di fronte a un simile obiettivo,
e lo dico da anni, gli ufologi hanno una grave pecca e mancanza: non fanno
che litigare fra loro! Enorme errore... :-(
Ciao

Antonio Bruno
http://www.edicolaweb.net/graal.htm
http://groups.msn.com/LaricercadelGraal/_homepage.msnw?pgmarket=it-it
Non sono io che frequento i posti dove sta AB, è AB che infesta i posti
dove sto io (un docente di Fisica che nel molto tempo libero si allena nel
rivoltamento acrobatico delle frittate)
Calabi
2007-02-16 10:35:45 UTC
Permalink
Post by Antonio Bruno
Se l'ufologia fosse studiata all'università, troverebbe una marea di
oppositori e denigratori, come è successo per la parapsicologia. Ma
varrebbe la pena di tentare, che gli scienziati, gli studiosi ed i
RICERCATORI onesti si dessero da fare per ottenere ascolto e rispetto
dalla boria dello status ortodosso. Quest'ultimo, si sa, inizia la sua
controffensiva come sempre denigrando ad personam lo scienziato o lo
studioso "ribelle" (guarda quello che accade qui con i servetti manovali
di tali poteri ortodossi!); poi, dopo aver cercato di crear loro il vuoto
attorno, si avvalgono dei mass media e di tutta l'ignoranza che c'è in
argomento per bollare e tacitare queste ricerche.
Lo status "ortodosso" quale sarebbe? Tu sei proprio sicuro che tutti questi
RICERCATORI onesti (onesti rispetto a cosa, poi?) non vengano criticati
proprio per la "debolezza" delle loro argomentazioni e non con attacchi ad
hominem?
Antonio Bruno
2007-02-16 13:11:35 UTC
Permalink
Post by Calabi
Lo status "ortodosso" quale sarebbe?
E' un mio modo di dire. Intendo la scienza ufficiale e tutti coloro che
hanno interesse a che non ci siano scoperte che ne pregiudichino il
monopolio. Un fatto inspiegabile, infatti, è segno di debolezza e non va
bene...
Post by Calabi
Tu sei proprio sicuro che tutti questi
RICERCATORI onesti (onesti rispetto a cosa, poi?) non vengano criticati
proprio per la "debolezza" delle loro argomentazioni e non con attacchi ad
hominem?
La "debolezza" delle argomentazioni, a mio avviso, si dimostra e si evince
da confronti equanimi e rispettosi. Non rifiutando in partenza di prendere
in considerazione l'argomento o deridendolo con clichè e battute di
banalissimo umorismo ("omini verdi", "manichini", "ufo di capodanno"...).
L'onestà di scienziati e RICERCATORI sta nel voler vedere la verità al di là
dei pregiudizi, i fatti per i fatti ed anche, quando è il caso,
nell'ammettere i propri errori.
Infine, le argomentazioni sono una cosa ed i fatti, appunto, un'altra.
Partiamo dall'ammettere quelli che restano inspiegati, poi si argomenti e ci
si rispetti. Ma se, come dicevo, gli ufologi stessi non fanno che
accapigliarsi fra loro, siamo messi male...:-(

Antonio Bruno
http://www.edicolaweb.net/graal.htm
http://groups.msn.com/LaricercadelGraal/_homepage.msnw?pgmarket=it-it
Non sono io che frequento i posti dove sta AB, è AB che infesta i posti
dove sto io (un docente di Fisica che nel molto tempo libero si allena nel
rivoltamento acrobatico delle frittate)
Calabi
2007-02-16 16:02:05 UTC
Permalink
Post by Antonio Bruno
Post by Calabi
Lo status "ortodosso" quale sarebbe?
E' un mio modo di dire. Intendo la scienza ufficiale e tutti coloro che
hanno interesse a che non ci siano scoperte che ne pregiudichino il
monopolio. Un fatto inspiegabile, infatti, Ú segno di debolezza e non va
bene...
Stai parlando quindi di qualche altra cosa non certo di scienza. La scienza
si nutre e va avanti proprio in ragione dell'esistenza di fatti
inspiegabili.
Post by Antonio Bruno
La "debolezza" delle argomentazioni, a mio avviso, si dimostra e si evince
da confronti equanimi e rispettosi. Non rifiutando in partenza di prendere
in considerazione l'argomento o deridendolo con clichÚ e battute di
banalissimo umorismo ("omini verdi", "manichini", "ufo di capodanno"...).
L'onestà di scienziati e RICERCATORI sta nel voler vedere la verità al
di
Post by Antonio Bruno
là dei pregiudizi, i fatti per i fatti ed anche, quando Ú il caso,
nell'ammettere i propri errori.
Ma qui tu stai supponendo di partire, per cosi dire, da zero. In altri
termini le battute, che posso anche capire che diano fastidio, vengono dopo
aver "analizzato" un numero molto grande di argomentazioni che gli ufologi
portano a supporto. Dopo anni e anni non puoi dire che si tratta di
pregiudizi ma di ben saldi post giudizi.
Post by Antonio Bruno
Infine, le argomentazioni sono una cosa ed i fatti, appunto, un'altra.
Partiamo dall'ammettere quelli che restano inspiegati, poi si argomenti e
ci si rispetti. Ma se, come dicevo, gli ufologi stessi non fanno che
accapigliarsi fra loro, siamo messi male...:-(
Che ci siano numerosi fatti inspiegabili credo siano tutti d'accordo. In
altri termini non tutti gli "unidentified" diventano "identified". Ma
questo non implica che l'origine aliena sia la spiegazione più probabile.
Antonio Bruno
2007-02-16 16:19:30 UTC
Permalink
Post by Calabi
Stai parlando quindi di qualche altra cosa non certo di scienza. La scienza
si nutre e va avanti proprio in ragione dell'esistenza di fatti
inspiegabili.
E' vero, hai perfettamente ragione: sto parlando di *scientismo* e di gretto
oscurantismo tutt'altro che scientifico.
Post by Calabi
Ma qui tu stai supponendo di partire, per cosi dire, da zero. In altri
termini le battute, che posso anche capire che diano fastidio, vengono dopo
aver "analizzato" un numero molto grande di argomentazioni che gli ufologi
portano a supporto. Dopo anni e anni non puoi dire che si tratta di
pregiudizi ma di ben saldi post giudizi.
No, no... Qui, proprio, non siamo d'accordo. Dico ed affermo che molte
battute idiote e sorrisini sarcastici nascono solo da un ignorante
pregiudizio (e presunzione) in virtù del quale ci si rifiuta IN PARTENZA di
studiare seriamente un fenomeno.
Post by Calabi
Che ci siano numerosi fatti inspiegabili credo siano tutti d'accordo. In
altri termini non tutti gli "unidentified" diventano "identified". Ma
questo non implica che l'origine aliena sia la spiegazione più probabile.
Mai detto questo. E' un'ipotesi, magari ottima per alcuni casi e molto
improbabile per altri. Un' ipotesi che, volenti o nolenti, VA RISPETTATA.

Antonio Bruno
http://www.edicolaweb.net/graal.htm
http://groups.msn.com/LaricercadelGraal/_homepage.msnw?pgmarket=it-it
Non sono io che frequento i posti dove sta AB, è AB che infesta i posti
dove sto io (un docente di Fisica che nel molto tempo libero si allena nel
rivoltamento acrobatico delle frittate)
noizn senzass parole
2007-02-16 11:36:30 UTC
Permalink
Post by Antonio Bruno
Se l'ufologia fosse studiata all'università, troverebbe una marea
di oppositori e denigratori,
ovviamente


anche se è solo un caso unico, non ricordo dove l'ho letto ma c'e una
università negli usa che tiene corsi di ufologia e c'e una vera e
propia facoltà di ufologia

ma si parla sempre di qualche oasi nel deserto
Antonio Bruno
2007-02-16 13:12:29 UTC
Permalink
Post by noizn senzass parole
anche se è solo un caso unico, non ricordo dove l'ho letto ma c'e una
università negli usa che tiene corsi di ufologia e c'e una vera e
propia facoltà di ufologia
ma si parla sempre di qualche oasi nel deserto
Forse intendi di Parapsicologia...

Antonio Bruno
http://www.edicolaweb.net/graal.htm
http://groups.msn.com/LaricercadelGraal/_homepage.msnw?pgmarket=it-it
Non sono io che frequento i posti dove sta AB, è AB che infesta i posti
dove sto io (un docente di Fisica che nel molto tempo libero si allena nel
rivoltamento acrobatico delle frittate)
noizn senzass parole
2007-02-16 14:19:46 UTC
Permalink
Post by Antonio Bruno
Forse intendi di Parapsicologia...
no no, sono sicurissimo

è una facoltà che ti laurei in ufologia vera e propia

questa però negli usa dove la tradizione ufologica è avanzata ed
evoluta

se ci fosse qui in italia , che dico, in italia non è nemmeno
concepibile
feynman
2007-02-20 00:23:26 UTC
Permalink
Post by noizn senzass parole
no no, sono sicurissimo
è una facoltà che ti laurei in ufologia vera e propia
sarà la stessa in cui ha studiato il vanoli.

ciao
feynman
--
i mesi di patteggiamento sono 20. Mi ero confuso perchè
hanno decurtato quello trascorso in carcere. Resterebbero 19,
una via di mezzo per questa vicenda in cui, il più incapace di intendere
sono stato proprio io...
(il solito condannato per truffa riguardo alla sua pena)
Goffredo P.
2007-02-16 22:35:36 UTC
Permalink
Il Fri, 16 Feb 2007 11:08:44 +0100, "Antonio Bruno"
Post by Antonio Bruno
Post by Gufo Rosso
un altro malanga
IMHO tra un po l'ufologia diventa materia UNIVERSITARIA
Malanga ha mosso le acque, e le cose le spiega molto bene
Se l'ufologia fosse studiata all'università, troverebbe una marea di
oppositori e denigratori, come è successo per la parapsicologia. Ma varrebbe
la pena di tentare, che gli scienziati, gli studiosi ed i RICERCATORI onesti
si dessero da fare per ottenere ascolto e rispetto dalla boria dello status
ortodosso
sentiamo va' cosa ci proponi ora, va'...
Post by Antonio Bruno
Quest'ultimo, si sa, inizia la sua controffensiva come sempre
denigrando ad personam lo scienziato o lo studioso "ribelle" (guarda quello
che accade qui con i servetti manovali di tali poteri ortodossi!);
"erato" : se lo <<scienziato o lo studioso "ribelle">> non e' in grado
o si rifiuta di (di)mostare cio' che afferma, o gioca a "nascondino"
con altri scienziati o altri studiosi, o "evita di rispondere" a delle
specifiche domande, IMHO viene considerato per quello che NON fa e per
quello che NON e'.
Post by Antonio Bruno
poi, dopo
aver cercato di crear loro il vuoto attorno, si avvalgono dei mass media e
di tutta l'ignoranza che c'è in argomento per bollare e tacitare queste
ricerche
IMHO, dovrebbe essere cura dello <<scienziato o lo studioso
"ribelle">> cercare di eliminare quel vuoto che gli si fa attorno,
magari colmando quel vuoto con delle risposte scientifiche appropriate
e con dei dati scientifici oggettivi e tangibili. Peccato pero' che
poi non cio' accada...
Post by Antonio Bruno
Ciao
Antonio Bruno
Ciao
--
"Con certe tardone sfatte, credimi, non mi si sarebbe nemmeno
drizzato se non fossi stato in ottica rituale" (Antonio Bruno
"***@vodafone.it", 24/10/06 alle 21:17, nel thread
"L' Astronave senza rotta")
Fernando
2007-02-18 11:40:58 UTC
Permalink
Post by Goffredo P.
Il Fri, 16 Feb 2007 11:08:44 +0100, "Antonio Bruno"
IMHO, dovrebbe essere cura dello <<scienziato o lo studioso
"ribelle">> cercare di eliminare quel vuoto che gli si fa attorno,
magari colmando quel vuoto con delle risposte scientifiche appropriate
e con dei dati scientifici oggettivi e tangibili. Peccato pero' che
poi non cio' accada...
Secondo te quel "vuoto" è sempre scientifico? A parte gli involontari
capipopolo come Bacini e la Hack - di cui per altro amo la natura catofila -
io credo che il 99% degli "spalatori" siano diciassettenni "tifosi" di
scienza come del Borgo Panigale Calcio, ignoranti come capre, al pari dei
coetanei da stadio, non solo di parascienza, ma ancor più della scienza di
cui si fanno alfieri.

Quanto alle risposte scientifiche, chi dice che una scienza (eventualmente)
più evoluta della nostra sia riconducibile nei canoni di questa? Sarebbe
come spiegare la stazione spaziale internazionale con la teoria della terra
piatta.

Fernando
Goffredo P.
2007-02-18 14:53:50 UTC
Permalink
Il Sun, 18 Feb 2007 12:40:58 +0100, "Fernando"
<***@iperbole.bologna.it> ha scritto

nel Msg-ID eXWBh.10748$***@tornado.fastwebnet.it tante cose
che... non ho capito!
Post by Fernando
Fernando
Goffredo
--
<<La teoria della misura sta alla probabilità come lo stucco messo male sta alle pareti:
prima o poi cade" (dal matematico Gian Carlo Rota, 1932-1999, da "La probabilità di Gian
Carlo Rota", http://xoomer.virgilio.it/maurocer/Articoli/A71/Art71.htm)
Fernando
2007-02-18 15:44:15 UTC
Permalink
Post by Goffredo P.
Il Sun, 18 Feb 2007 12:40:58 +0100, "Fernando"
che... non ho capito!
Post by Fernando
Fernando
Goffredo
Non so se ho capito il senso del tuo messaggio, comunque io intendevo che è
impossibile colmare quel vuoto come dici tu, perché lo scava un esercito
sterminato quanto l'ignoranza, che fa uso di terrificanti armi improprie
come le pernacchie.
La 2a parte del mio post mi sembra chiara: quando qualcosa per definizione
non rientra nell'ortodossia scientifica, non è lecito per questo escluderla
a priori dal possibile. Primo: accertare i fatti. Secondo: verificare se
rientrano nel noto. Terzo: Se no, lambiccarsi il cervello criticamente, ma a
ruota libera.
Goffredo P.
2007-02-18 18:09:24 UTC
Permalink
Il Sun, 18 Feb 2007 16:44:15 +0100, "Fernando"
Post by Fernando
Post by Goffredo P.
Il Sun, 18 Feb 2007 12:40:58 +0100, "Fernando"
che... non ho capito!
Non so se ho capito il senso del tuo messaggio, comunque io intendevo che è
impossibile colmare quel vuoto come dici tu, perché lo scava un esercito
sterminato quanto l'ignoranza, che fa uso di terrificanti armi improprie
come le pernacchie.
??? "perché lo scava un esercito sterminato quanto l'ignoranza, che fa
uso di terrificanti armi improprie come le pernacchie"

Stai "discutendo" o vuoi discutere sul fatto che dovrebbe essere lo
<<scienziato o lo studioso "ribelle">> a (mi cito) "cercare di
eliminare quel vuoto che gli si fa attorno, magari colmando quel vuoto
con delle risposte scientifiche appropriate e con dei dati scientifici
oggettivi e tangibili", come ad esempio non fanno i crackpot
"scientifiCHi" o "ufologici", o del fatto che (citando Antonuo Bruno,
che tanto non replica...) gli "scienziati, gli studiosi ed i
RICERCATORI onesti si dessero da fare per ottenere ascolto e rispetto
dalla boria dello status ortodosso"?

Non mi e' ancora chiaro dove vuoi andare a parare e cosa vuoi dire!
Post by Fernando
La 2a parte del mio post mi sembra chiara: quando qualcosa per definizione
non rientra nell'ortodossia scientifica, non è lecito per questo escluderla
a priori dal possibile.
Primo: accertare i fatti.
da parte di chi secondo te, scusa eh? : far accertare i fatti da parte
di chi fa affermazioni sfuggenti o da parte di chi ascolta chi fa fa
affermazioni sfuggenti?

Al massimo i secondi si potranno limitare a fare presente se qualche
cosa rientra (o meno) in cose gia' note alla ortodossia scientifica e
poi, se chi ha fatto delle affermazioni sfuggenti continua ad errare,
ovvero se lo <<scienziato o lo studioso "ribelle">> di turno (mi
ri-autocito) <<non e' in grado o si rifiuta di (di)mostare cio' che
afferma, o gioca a "nascondino" con altri scienziati o altri studiosi,
o "evita di rispondere" a delle specifiche domande, IMHO viene
considerato per quello che NON fa e per quello che NON e'>>
Post by Fernando
Secondo: verificare se
rientrano nel noto
gia' risposto sopra, per la precisione in base a cio' che conosco e ho
almeno sperimentato io sia per questioni scientifiche che pseudo
scientifiche
Post by Fernando
Terzo: Se no, lambiccarsi il cervello criticamente, ma a
ruota libera.
quindi, se un fesso (o uno stólto) qualsiasi pone una sua question in
maniera mal posta se non addirittura errata in toto o anche
parzialmente, gli si deve dare sempre e subito la "pappa pronta"?
IMAO... a lambiccarsi il cervello dovrebbe essere il primo che ho
detto.

P.S.: Hai poi "rinnovato casa" con l'iperbole in quel di BO in modo
"libero" o.. hai finalmente provato con un qualsiasi planetario
elettronico??

Ciao
--
<<La teoria della misura sta alla probabilità come lo stucco messo male sta alle pareti:
prima o poi cade" (dal matematico Gian Carlo Rota, 1932-1999, da "La probabilità di Gian
Carlo Rota", http://xoomer.virgilio.it/maurocer/Articoli/A71/Art71.htm)
Fernando
2007-02-18 22:47:33 UTC
Permalink
Post by Goffredo P.
Il Sun, 18 Feb 2007 16:44:15 +0100, "Fernando"
Stai "discutendo" o vuoi discutere sul fatto che dovrebbe essere lo
<<scienziato o lo studioso "ribelle">> a (mi cito) "cercare di
eliminare quel vuoto che gli si fa attorno, magari colmando quel vuoto
con delle risposte scientifiche appropriate e con dei dati scientifici
oggettivi e tangibili", come ad esempio non fanno i crackpot
"scientifiCHi" o "ufologici", o del fatto che (citando Antonuo Bruno,
che tanto non replica...) gli "scienziati, gli studiosi ed i
RICERCATORI onesti si dessero da fare per ottenere ascolto e rispetto
dalla boria dello status ortodosso"?
Non mi e' ancora chiaro dove vuoi andare a parare e cosa vuoi dire!
Te lo dico con un esempio da osservatore saltuario e neutrale: la maggior
parte dei post di questo ng riguarda i casi personali di un suo
protagonista... e pazienza: il gossip fa sempre notizia, e poi lui non si
tira indietro. Ma tutti quegli spernacchiamenti spesso sono l'unico
argomento di confutazione delle sue opinioni - per altro, AMMMA (IMVHO), per
molti versi assai più condivisibili di certo scientismo sclerotico (e guarda
che non sono per niente un "believer"!), ed è chiaro che poi a quello gli
girano le palle. Anche volendo, come potrebbe farcela a "colmare il vuoto"
con una disponibilità del genere?
Post by Goffredo P.
Post by Fernando
Primo: accertare i fatti.
da parte di chi secondo te, scusa eh? : far accertare i fatti da parte
di chi fa affermazioni sfuggenti o da parte di chi ascolta chi fa fa
affermazioni sfuggenti?
Da parte di tutti: prima ovviamente chi propone, ma poi anche chi vuol
negare a tutti i costi, e spesso lo fa a priori. Un esempio? La Hack non
crede ai viaggi interstellari per via delle distanze, è un suo atto di fede
e lo dice, quindi niente da eccepire. Ma questo è sufficiente ad un esercito
di coglioni per deridere milioni di persone solo perché invece ci credono.
E' un atto di fede come quello della Hack, ma per i coglioni tifosi è eresia
da rogo, perché è la fede dell'avversario
Quanto alla sfuggevolezza delle affermazioni, si parla di ufologia, dove non
c'è nulla di assodato, mica di meccanica classica, su cui i positivisti
avrebbero voluto far riposare tutte le possibili manifestazioni naturali! E
questo è proprio lo scientismo demente che combatte chiunque abbia un po' di
sale in zucca: liberi pensatori, ma anche scienziati veri. Per inciso, la
scienza vera è quella che ha fatto proprio il suo fondamento, cioé in primis
sgombrare la mente dai pregiudizi: i famosi idola tribus, specus, fori e
teatri.
Post by Goffredo P.
Post by Fernando
Terzo: Se no, lambiccarsi il cervello criticamente, ma a
ruota libera.
quindi, se un fesso (o uno stólto) qualsiasi pone una sua question in
maniera mal posta se non addirittura errata in toto o anche
parzialmente, gli si deve dare sempre e subito la "pappa pronta"?
IMAO... a lambiccarsi il cervello dovrebbe essere il primo che ho
detto.
Il cervello se lo dovrebbero lambiccaer tutti, sempre. Soprattutto quando
vogliono decidere se uno è fesso, stolto ecc, perché se no danno una cattiva
impressione di pregiudizio, e come visto, questo, della scienza, nega il
fondamento stesso.
Post by Goffredo P.
P.S.: Hai poi "rinnovato casa" con l'iperbole in quel di BO in modo
"libero" o.. hai finalmente provato con un qualsiasi planetario
elettronico??
?????? Ma che stai a di'? Non è che mi confondi con qualcun altro?
Post by Goffredo P.
Ciao
Ciao
Fernando
Antonio Bruno
2007-02-19 01:26:10 UTC
Permalink
la maggior parte dei post di questo ng riguarda i casi personali di un suo
protagonista... e pazienza: il gossip fa sempre notizia, e poi lui non si
tira indietro. Ma tutti quegli spernacchiamenti spesso sono l'unico
argomento di confutazione delle sue opinioni - per altro, AMMMA (IMVHO),
per molti versi assai più condivisibili di certo scientismo sclerotico (e
guarda che non sono per niente un "believer"!), ed è chiaro che poi a
quello gli girano le palle. Anche volendo, come potrebbe farcela a "colmare
il vuoto" con una disponibilità del genere?
Mi fa sempre un enorme piacere incontrare persone intelligenti! E, sia
chiaro, l'intelligenza non consiste nella posizione "a mio favore", ma nella
comprensione delle tracotanti dinamiche di questi NG, tutt'altro che
scientifici. E il paradosso è che il maggior insulto allo spirito
scientifico lo fanno proprio quelli che se ne sentono in qualche modo
difensori o rappresentanti!...;-)
Da parte di tutti: prima ovviamente chi propone, ma poi anche chi vuol
negare a tutti i costi, e spesso lo fa a priori. Un esempio? La Hack non
crede ai viaggi interstellari per via delle distanze, è un suo atto di
fede e lo dice, quindi niente da eccepire. Ma questo è sufficiente ad un
esercito di coglioni per deridere milioni di persone solo perché invece ci
credono. E' un atto di fede come quello della Hack, ma per i coglioni
tifosi è eresia da rogo, perché è la fede dell'avversario
Quanto alla sfuggevolezza delle affermazioni, si parla di ufologia, dove
non c'è nulla di assodato, mica di meccanica classica, su cui i
positivisti avrebbero voluto far riposare tutte le possibili
manifestazioni naturali! E questo è proprio lo scientismo demente che
combatte chiunque abbia un po' di sale in zucca: liberi pensatori, ma
anche scienziati veri. Per inciso, la scienza vera è quella che ha fatto
proprio il suo fondamento, cioé in primis sgombrare la mente dai
pregiudizi: i famosi idola tribus, specus, fori e teatri.
Che dire? Hai detto l'essenziale ed in modo chiaro e diretto. Peccato che
qui resterà lettera morta... :-(
Una precisazione, però, vorrei farla: la Hack (visto che parliamo di lei, ma
potremmo fare tanti altri nomi) non è che non creda ai viaggi interstellari
per via delle distanze; la Hack crede all'ineluttabilità della
insuperabilità della velocità della luce ma, soprattutto, *non crede*
all'esistenza di possibili soluzioni a questo limite.
Questo perchè è viziata formalmente di scientismo, ovvero la MORTE della
scienza. Per quanto lo scienziato debba attenersi saggiamente ai paradigmi
del suo sapere acquisito, non riesco a reputare tale chi, di fronte alla
questione dell' ufologia (ma potrei anche dire del paranormale) non
accettasse che magari, da qualche parte dell'universo, "qualcuno" è riuscito
a risolvere *scientificamente* ciò che lui, ancora, non riesce. E' una
questione di principio, non un sofisma. E' il vero motore della scienza.
Il cervello se lo dovrebbero lambiccaer tutti, sempre. Soprattutto quando
vogliono decidere se uno è fesso, stolto ecc, perché se no danno una
cattiva impressione di pregiudizio, e come visto, questo, della scienza,
nega il fondamento stesso.
La presunzione è l'eterno male degli illuministi. Decaduti, poi, in
materialisti e, peggio, in scientisti. Povera scienza!...

Antonio Bruno
http://www.edicolaweb.net/graal.htm
http://groups.msn.com/LaricercadelGraal/_homepage.msnw?pgmarket=it-it
Non sono io che frequento i posti dove sta AB, è AB che infesta i posti
dove sto io (un docente di Fisica che nel molto tempo libero si allena nel
rivoltamento acrobatico delle frittate)
dj Aracno
2007-02-19 10:11:23 UTC
Permalink
news:erauci$79o$***@newsreader.mailgate.org
di Antonio Bruno <***@vodafone.it>

[...]
Post by Antonio Bruno
Mi fa sempre un enorme piacere incontrare persone intelligenti!
Ci credo: è risaputo che gli opposti si attraggono...
--
dj Aracno
Goffredo P.
2007-02-19 21:46:57 UTC
Permalink
Il Sun, 18 Feb 2007 23:47:33 +0100, "Fernando"
Post by Fernando
Post by Goffredo P.
Il Sun, 18 Feb 2007 16:44:15 +0100, "Fernando"
Stai "discutendo" o vuoi discutere sul fatto che dovrebbe essere lo
<<scienziato o lo studioso "ribelle">> a (mi cito) "cercare di
eliminare quel vuoto che gli si fa attorno, magari colmando quel vuoto
con delle risposte scientifiche appropriate e con dei dati scientifici
oggettivi e tangibili", come ad esempio non fanno i crackpot
"scientifiCHi" o "ufologici", o del fatto che (citando Antonuo Bruno,
che tanto non replica...) gli "scienziati, gli studiosi ed i
RICERCATORI onesti si dessero da fare per ottenere ascolto e rispetto
dalla boria dello status ortodosso"?
Non mi e' ancora chiaro dove vuoi andare a parare e cosa vuoi dire!
Te lo dico con un esempio da osservatore saltuario e neutrale: la maggior
parte dei post di questo ng riguarda i casi personali di un suo
no no no! : i protagonisti sono piu' di uno, macchetelostoadi'?
Post by Fernando
il gossip fa sempre notizia, e poi lui non si
tira indietro. Ma tutti quegli spernacchiamenti spesso sono l'unico
argomento di confutazione delle sue opinioni - per altro, AMMMA (IMVHO), per
molti versi assai più condivisibili di certo scientismo sclerotico (e guarda
che non sono per niente un "believer"!), ed è chiaro che poi a quello gli
girano le palle. Anche volendo, come potrebbe farcela a "colmare il vuoto"
con una disponibilità del genere?
sbagli tutto : da quanto sei su IDU (e IDM incluso)? Te lo chiedo
perche', guarda, ad Antonio Bruno (se per UNO dei tanti protagonisti
intendi anche lui) spesso e' stato spiegato *chiaramente* in cosa
errava in parecchi suoi post e suoi thread : mica per partito preso
eh? Ma solo per renderlo MEGLIO informato di come stavano le cose sul
quale lui, erroneamente, postava/"threadava" sia per ufo che "misteri"
di vario genere : questa cosa e' stata fatta anche da me, ma posso
aggiungere anche da Leonardo Serni, da Giancarlo Albricci, da Peltio,
da (forse) VITRIOL e da tanti ma tanti altri "plonkati" da parte
proprio di Antonio Bruno che mo' non mi va di andarti a ritrovare.

Mo', se lui prima semina post e thread ma poi non raccoglie le
RISPOSTE fornitegli dagli altri frequentatori di IDU (e IDM), e' colpa
di chi gli OFFRE delle risposte, delle conclusioni e delle spiegazioni
per i suoi post/thread? Con Antonio Bruno, purtroppo, e' un po' come,
ad esempio, se uno PRIMA ti fa una *domanda* e poi, mentre tu gli stai
dicendo/spiegando la tua opinione o cio' che su quella specifica cosa
si conosce o e' stato accertato, quello DOPO ti dice "posso andare al
bagno?" oppure "scusa eh, ma ora devo rispondere al telefonino"! : ma
allora che cazzo li fa a fare i suoi post e thread sudaticci,
copiaincollati, pieni di strafalcioni e di ignoranza quando poi *NON
partecipa* alle repliche altrui e a cio' che lui stesso posta?

Per rispondergli e fargli capire UNA qualsiasi cosa, cosa
pretenderebbe, che QUI tutti morphassero per fargli arrivare un
messaggio o una risposta per poi lamentarsene di conseguenza? Maddai
va'... Che senso ha, per te, che UNO prima apra anta thread e poi
"participi" in quel thread SOLO con dei poster trolleschi e
morpheggiatori?

Se io chiedessi a TUTTI i frequentatori di uno specifico NG "come e
perche' xxxx dipende dalla massa e dall'energia" e poi abbandonassi
PROPRIO quel thread o mi mettessi a dare "ascolto" solo ai crackpot e
ai troll dell'ultima ora di quel NG farneticando magari a destra e a
manca sullo "scientismo" degli altri che non la pensano come me, sul
loro "cicappismo", sul loro essere "vermi", "boriosi", "forcaioli",
"scetticazzi" etc, sul non capire un cazzo di "olografia del karma",
di "universi paralleli parapsicologicamente", postando canzoncine e
poesiole ad hoc e ad personam, aprendo svariati thread OT e
copiaincollando cose che NON CONOSCO e NON CAPISCO, tu... cosa
penseresti su come DOPO dovrei essere trattato dagli altri
frequentatori di quel NG? IMHO : *male*, ma veramente molto ma moolto
male, indipendentemente dalle mie eventuali e successive lagnanze e
piagnucolamenti, a prescindere, evvero!
Post by Fernando
Post by Goffredo P.
Post by Fernando
Primo: accertare i fatti.
da parte di chi secondo te, scusa eh? : far accertare i fatti da parte
di chi fa affermazioni sfuggenti o da parte di chi ascolta chi fa fa
affermazioni sfuggenti?
Da parte di tutti: prima ovviamente chi propone
eh, ma allora non hai proprio presente quel "protagonista" che si
lamenta poi, guarda un po', proprio DEI SUOI casi personali e che "non
si tira indietro"...
Post by Fernando
Un esempio? La Hack non
crede ai viaggi interstellari per via delle distanze, è un suo atto di fede
nella scienza, la relativita' speciale e quella generale non e' un
"atto di fede" ma qualche cosa di ben diverso. Se uno poi volesse
cianciare di "superabilità" della vel. della luce perche' magari
"pensa" che col pensiero si puo' andare piu' veloci, o che viaggiando
all'interno di un wormhole o anche di un black hole lo si possa fare,
o che tra anta millenni "l'umanita ci si riuscira' grazie alla
fantasia plasmatica alla plasmon" o che "con la parapsicologia e
l'esoterismo iniziatico si puo' fare questo e quello" beh, basterebbe
farglielo dimostrare ...sempre che abbia pero' un minimo, maccheddico?
no! : un *massimo* di conoscenze avanzate *almeno* in fisica, in
matematica e nella *sperimentazione* proprio di quelle cose (andando
oltre al limite conosciuto attuale) e che 'ste cose le sappia
masticare almeno da qualche decennio con tanto di calcoletti ed
esperimenti alla mano rifatti e magari pure migliorati!

No, diciamo la verita' rivelata va' : l'ignorante in questi casi
(chiunque esso sia) sa solo prendere in pretito, come esempio
esemplare, le parole della Hack e di Pacini (come se poi le avesse
capite!) per mettersi a sproloquiare a destra e manca!
Post by Fernando
Quanto alla sfuggevolezza delle affermazioni, si parla di ufologia, dove non
c'è nulla di assodato, mica di meccanica classica, su cui i positivisti
avrebbero voluto far riposare tutte le possibili manifestazioni naturali!
beh c'e' anche la meccanica quantistica, poi quella relativistica sia
per la R. speciale che quella generale, poi c'e' l'elettrodinamica
classica, poi la QED, poi la QCD, poi quelle per la gravita'
quantistica e cosi' via, ma non so se ne sei al corrente...
Post by Fernando
Per inciso, la
scienza vera è quella che ha fatto proprio il suo fondamento, cioé in primis
sgombrare la mente dai pregiudizi
appunto e basterebbe conoscerla o, nel caso non la si conoscesse a
causa delle svariate vicissitudini della propria vita, chiedere o
ascoltare chi ne mastica un po' ...prima di nominarla in maniera
errata o per copiaincollaggine proveniente dalla propria ingnoranza
Post by Fernando
Post by Goffredo P.
Post by Fernando
Terzo: Se no, lambiccarsi il cervello criticamente, ma a
ruota libera.
quindi, se un fesso (o uno stólto) qualsiasi pone una sua question in
maniera mal posta se non addirittura errata in toto o anche
parzialmente, gli si deve dare sempre e subito la "pappa pronta"?
IMAO... a lambiccarsi il cervello dovrebbe essere il primo che ho
detto.
Il cervello se lo dovrebbero lambiccaer tutti, sempre.
quindi concordi con me che lo deve fare (anche e) *soprattutto* il
fesso o lo stólto di turno?
Post by Fernando
Post by Goffredo P.
P.S.: Hai poi "rinnovato casa" con l'iperbole in quel di BO in modo
"libero" o.. hai finalmente provato con un qualsiasi planetario
elettronico??
?????? Ma che stai a di'? Non è che mi confondi con qualcun altro?
sono propenso per un bel no
Post by Fernando
Ciao
Fernando
Ciao, Goffredo
--
<<La teoria della misura sta alla probabilità come lo stucco messo male sta alle pareti:
prima o poi cade" (dal matematico Gian Carlo Rota, 1932-1999, da "La probabilità di Gian
Carlo Rota", http://xoomer.virgilio.it/maurocer/Articoli/A71/Art71.htm)
Fernando
2007-02-19 23:59:25 UTC
Permalink
Post by Goffredo P.
Il Sun, 18 Feb 2007 23:47:33 +0100, "Fernando"
Post by Fernando
Post by Goffredo P.
Il Sun, 18 Feb 2007 16:44:15 +0100, "Fernando"
Un esempio? La Hack non
crede ai viaggi interstellari per via delle distanze, è un suo atto di fede
nella scienza, la relativita' speciale e quella generale non e' un
"atto di fede" ma qualche cosa di ben diverso. Se uno poi volesse
cianciare di "superabilità" della vel. della luce perche' magari
"pensa" che col pensiero si puo' andare piu' veloci, o che viaggiando
all'interno di un wormhole o anche di un black hole lo si possa fare,
o che tra anta millenni "l'umanita ci si riuscira' grazie alla
fantasia plasmatica alla plasmon" o che "con la parapsicologia e
l'esoterismo iniziatico si puo' fare questo e quello" beh, basterebbe
farglielo dimostrare ...sempre che abbia pero' un minimo, maccheddico?
no! : un *massimo* di conoscenze avanzate *almeno* in fisica, in
matematica e nella *sperimentazione* proprio di quelle cose (andando
oltre al limite conosciuto attuale) e che 'ste cose le sappia
masticare almeno da qualche decennio con tanto di calcoletti ed
esperimenti alla mano rifatti e magari pure migliorati!
No, diciamo la verita' rivelata va' : l'ignorante in questi casi
(chiunque esso sia) sa solo prendere in pretito, come esempio
esemplare, le parole della Hack e di Pacini (come se poi le avesse
capite!) per mettersi a sproloquiare a destra e manca!
Lo ha detto lei, Margherita Hack, che il suo è un atto di fede con la stessa
valenza di quello opposto, ad un convegno presso lo Studio Filosofico
Benedettino, qui a Bologna, e in questi termini il suo discorso è
accettabilissimo. Proprio sul piano scientifico, mentre non lo sarebbe se
avesse negato in assoluto la possibilità dei viaggi interstellari,
estrapolando la validità delle teorie correnti al sapere di un futiro
remoto.
Ma dico io, anzi, mi ripeto: il progresso è sotto gli occhi di tutti, e
anche se la SSI viola le convinzioni "dello stesso Aristotele" e di tutta la
meccanica pre newtoniana, ecco che la stazione spaziale internazionale è lì
in orbita che gira.
Che poi nemmeno le teorie odierne escludono quei viaggi, per la verità,
perché se no come si spiega tutta la ricerca (scientifica eh) sui tachioni?
Vedi, la relatività non la conoci solo tu, e ci sono fior di relativisti che
non si sentono affatto di fare un'affermazione così esclusiva solo perché in
tal caso le loro equazioni dovrebbero avere soluzioni immaginarie.
Post by Goffredo P.
Post by Fernando
Quanto alla sfuggevolezza delle affermazioni, si parla di ufologia, dove non
c'è nulla di assodato, mica di meccanica classica, su cui i positivisti
avrebbero voluto far riposare tutte le possibili manifestazioni naturali!
beh c'e' anche la meccanica quantistica, poi quella relativistica sia
per la R. speciale che quella generale, poi c'e' l'elettrodinamica
classica, poi la QED, poi la QCD, poi quelle per la gravita'
quantistica e cosi' via, ma non so se ne sei al corrente...
Be', io sarò anche poco chiaro, ma far arrivare un concetto a te non è mica
facile, come fai a padroneggiare così bene la relatività generale e le
equazioni di Schroedinger? (Scusa il dittongo, ma non so come si fa l'umlaut
con la tastiera italiana).
Volevo solo creare un contrappunto: fra l'indeterminatezza ufologica e la
determinatezza più consolidata di tutte, nonché la più nota e compresa: la
meccanica classica, appunto, rilevando al contempo come proprio un
determinismo così accertato ed accettato abbia poi partorito delle idiozie
concettuali tali, che la fisica odierna preferisce non ricordarsene neppure.
Quanto a ciò di cui io personalmente sono al corrente, lo lascio indovinare
a te: non ho mica bisogno di trovare lavoro. Invece ti dico che la tua
supponenza già mi irrita un po', e siamo solo al secondo scambio,
figuriamoci quelli con cui ti confronti da anni!
Post by Goffredo P.
Post by Fernando
Per inciso, la
scienza vera è quella che ha fatto proprio il suo fondamento, cioé in primis
sgombrare la mente dai pregiudizi
appunto e basterebbe conoscerla o, nel caso non la si conoscesse a
causa delle svariate vicissitudini della propria vita, chiedere o
ascoltare chi ne mastica un po' ...prima di nominarla in maniera
errata o per copiaincollaggine proveniente dalla propria ingnoranza
Vedi? Non ce la fai proprio a controllarti.
E continui a non afferrare il senso, perché i pregiudizi di cui parla Sir
Francis Bacon, il fondatore dell'empirismo, e quindi di tutto il quadro di
riferimento della scienza moderna, sono molto più vicini a ciò che lamenta
AB, che a quanto arguisco dal tuo eterogeneo discorso, ma non ho voglia di
spiegartelo.
Post by Goffredo P.
Post by Fernando
Post by Goffredo P.
Post by Fernando
Terzo: Se no, lambiccarsi il cervello criticamente, ma a
ruota libera.
quindi, se un fesso (o uno stólto) qualsiasi pone una sua question in
maniera mal posta se non addirittura errata in toto o anche
parzialmente, gli si deve dare sempre e subito la "pappa pronta"?
IMAO... a lambiccarsi il cervello dovrebbe essere il primo che ho
detto.
Il cervello se lo dovrebbero lambiccaer tutti, sempre.
quindi concordi con me che lo deve fare (anche e) *soprattutto* il
fesso o lo stólto di turno?
No: i giudizi sono tuoi. Io dico che lo devono fare tutti, te compreso, e
aggiungo che gioverebbe anche un esercizio propedeutico di umiltà.
Post by Goffredo P.
Post by Fernando
Post by Goffredo P.
P.S.: Hai poi "rinnovato casa" con l'iperbole in quel di BO in modo
"libero" o.. hai finalmente provato con un qualsiasi planetario
elettronico??
?????? Ma che stai a di'? Non è che mi confondi con qualcun altro?
sono propenso per un bel no
Be' io ti ho visto spesso su questo ng, ma non ti conosco. Se mi conosci tu
perché tanti misteri? Non ho capito una mazza del tuo discorso.
Puoi anche scrivermi in privato, se preferisci: l'indirizzo è buono, e l'ho
da 11 anni.

Ciao
Fernando
Goffredo P.
2007-02-20 18:11:05 UTC
Permalink
Il Tue, 20 Feb 2007 00:59:25 +0100, "Fernando"
Post by Fernando
Post by Goffredo P.
Post by Fernando
Un esempio? La Hack non
crede ai viaggi interstellari per via delle distanze, è un suo atto di fede
nella scienza, la relativita' speciale e quella generale non e' un
"atto di fede" ma qualche cosa di ben diverso. Se uno poi volesse
cianciare di "superabilità" della vel. della luce perche' magari
"pensa" che col pensiero si puo' andare piu' veloci, o che viaggiando
all'interno di un wormhole o anche di un black hole lo si possa fare,
o che tra anta millenni "l'umanita ci si riuscira' grazie alla
fantasia plasmatica alla plasmon" o che "con la parapsicologia e
l'esoterismo iniziatico si puo' fare questo e quello" beh, basterebbe
farglielo dimostrare ...sempre che abbia pero' un minimo, maccheddico?
no! : un *massimo* di conoscenze avanzate *almeno* in fisica, in
matematica e nella *sperimentazione* proprio di quelle cose (andando
oltre al limite conosciuto attuale) e che 'ste cose le sappia
masticare almeno da qualche decennio con tanto di calcoletti ed
esperimenti alla mano rifatti e magari pure migliorati!
Lo ha detto lei, Margherita Hack, che il suo è un atto di fede con la stessa
valenza di quello opposto, ad un convegno presso lo Studio Filosofico
Benedettino, qui a Bologna, e in questi termini il suo discorso è
accettabilissimo
non conosco il contesto di questa discussione della Hack (io li' a
Bologna, quel giorno, non c'ero) ma posso al massimo immaginare il
senso di quel suo "atto di fede" : mentre dalla parte di chi *crede*
nella futura e facile possibilita' di effettuare viaggi interstellari
[1] (brevi nel tempo ma lunghi nello spazio) c'e' solo "pane, amore
(leggi pure "fede") e fantasia" e *basta*, da parte di chi si occupa e
convive con i livelli piu' avanzati della scienza raggiunti fino ai
giorni nostri (sia dal punto di vista osservazionale sperimentale che
da quello teorico) cio' che conta NON sono i SOGNI fantastici fatti ad
occhi chiusi e a "mente aperta", bensi' cio' che della REALTA' a occhi
ben aperti e a mente altrettanto aperta riesci a osservare e a
verificare nei laboratori con gli attuali strumenti di indagine
scientifica, mettendo a confronto i DATI misurati/osservati con cio'
che le TEORIE di cui ti stai occupandono e/o che stai verificando
predicono. Una di queste teorie e' la Relativita' Speciale, che in
poche parole e' basata sul principio di relativita' per il quale in
qualsiasi sistema di rif. inerziale le leggi fisiche sono le stesse e
sulla "costanza" (o meglio, *invarianza*) della velocita' delle onde
em nel vuoto in qualsiasi sistema di rif. inerziale.

Fino ad ora ne' la Hack, ne' Pacini, ne' Rubbia, ne' altri fisici
(astrofisici, geofisici, radio astronomi, particellari, nucleari,
elettronici, dello stato solido, dello stato condensato etc) ne'
ingegneri che progettano e realizzano parti per acceleratori, per tubi
catodici, che si occupano di diodi ad effetto tunnel, di onde
convogliate, di linee di trasmissione, di microprocessori, di
semiconduttori etc. hanno osservato una massa m>0 andare ad una
velocita' v>c anzi, vedono e misurano sempre eventi che riespettano la
R. Speciale e per i quali v<=c, con v=c solo per il caso particolare
in cui m=0. Da cio' probabilmente discende il SENSO da dare alle
parole della Hack : ha "fede" (scientifica) nell'impossibilita' di
fare viaggi interstellari perche' le distanze interstellari sono
elevatissime, perche' le masse delle astronavi non sono nulle, perche'
se anche tali astronavi andassero a velocita' prossime (ma sempre
inferiori) a "c", impiegherebbero tempi di A/R elevatissimi,
consumerebbero quantita' "straordinarie" di energia e... sarebbe anche
catastrofico se nel suo viaggio ad elevate velocita' quell'astronave
incontrasseo un pur piccolo frammento di materia!

Mo', mi raccomando, non buttare anche tu la questione che prima dei
fratelli Wright non si immaginava che un aereo potesse volare (ci
aveva gia' pensato Leonardo da Vinci, no?)!

[1] magari per cercare di "spiegare" la presenza di ufi di natura e
origine aliena qui sulla Terra
Post by Fernando
Che poi nemmeno le teorie odierne escludono quei viaggi, per la verità,
perché se no come si spiega tutta la ricerca (scientifica eh) sui tachioni?
quella dei tachioni e' una estensione *matematica* della Relativita'
che comunque non viola la R. Speciale. Non so quanto tu ne sappia
perche' non so che studi tu abbia fatto, ma se sei del campo non
dovresti avere difficolta' a partire dai lavori dei primi anni del
secolo scorso (dall'uscita della Relativita' Ristretta o Speciale di
Einstein) fino, almeno, ai lavori di E. Recami ed oltre, ma se puo'
aiutarti, trovi parecchia roba e parecchia bibliografia per
approfondire qui : "Astrofisica e Cosmologia. Gravitazione, Quanti e
Relativita'" (Centenario Einsteniano)", Giunti Barbera, 1979. Da pag.
1021 a pag. 1097 trovi un utilissimo ed esaustivo articolo di Recami
Erasmo dal titolo "Alcune possibili estensioni della relatività".
Tieni pure conto che uno che lavoro' e pubblico' parecchio con E.
Recami su queste cose fu un mio bravissimo docente, che mi guido' in
quei meandri dei "tachioni". Ovviamente non ti dimenticare di leggere
e studiare quasi tutta la bibligrafia allegata, che si estende per ben
95 referenze scientifiche. Se poi non sei del settore (fisica), forse
ti potra' aiutare una ricerchina con goggle sull'argomento : io ti
suggerisco di dare una veloce letta alla ventina (+/-) di righe che
troverai qui http://scienzapertutti.lnf.infn.it/risposte/ris27.html
Post by Fernando
Vedi, la relatività non la conoci solo tu,
e ci mancherebbe!
Post by Fernando
e ci sono fior di relativisti che
non si sentono affatto di fare un'affermazione così esclusiva solo perché in
tal caso le loro equazioni dovrebbero avere soluzioni immaginarie.
mah, con le funzioni (speciali o meno) nel campo complesso e con le
equazioni che hanno soluzioni anche nel campo complesso ci bazzico
praticamente da, vediamo un po'?, ...piu' di una trentina di anni!
Post by Fernando
Post by Goffredo P.
Post by Fernando
Quanto alla sfuggevolezza delle affermazioni, si parla di ufologia, dove non
c'è nulla di assodato, mica di meccanica classica,
beh c'e' anche la meccanica quantistica, poi quella relativistica sia
per la R. speciale che quella generale, poi c'e' l'elettrodinamica
classica, poi la QED, poi la QCD, poi quelle per la gravita'
quantistica e cosi' via, ma non so se ne sei al corrente...
Be', io sarò anche poco chiaro, ma far arrivare un concetto a te non è mica
facile,
vero e c'hai perfettamente ragione : sara' per caso che quando scrivi
non ti impegni troppo?? :))
Post by Fernando
come fai a padroneggiare così bene la relatività generale e le
equazioni di Schroedinger?
misteri della fed^W, ehm : misteri della biologia, di mamma e papa'
che m'hanno fatto cosi', di qualche mio passato parente, dell'ambiente
che frequento, che ho frequentato e che ho sempre cercato -e trovato-,
dei miei spiccati interessi e delle mie spiccate attitudini piu' per
la scienza che non per l'effimero e il vacuo? Mah, vallo a sape' :))
Post by Fernando
Volevo solo creare un contrappunto: fra l'indeterminatezza ufologica e la
determinatezza più consolidata di tutte
mi sa pero' che non ci sei riuscito
Post by Fernando
nonché la più nota e compresa: la
meccanica classica, appunto, rilevando al contempo come proprio un
determinismo così accertato ed accettato abbia poi partorito delle idiozie
concettuali tali, che la fisica odierna preferisce non ricordarsene neppure.
?? <<Sara' per caso che quando scrivi non ti impegni troppo??>> (auto
citaz) Di cosa la "Fisica odierna preferisce non ricordarsene"?
Post by Fernando
Quanto a ciò di cui io personalmente sono al corrente, lo lascio indovinare
a te: non ho mica bisogno di trovare lavoro.
ne sono contento, ci mancherebbe altro, ma "indovinare" non e' sempre
un termine che rientra nel mio vocabolario e quando lo riesumo e' solo
in casi particolarissimi e pure sfigati, sorry :((
Post by Fernando
Invece ti dico che la tua
supponenza già mi irrita un po', e siamo solo al secondo scambio,
figuriamoci quelli con cui ti confronti da anni!
non e' che ti antonbrunizzi gia' al "secondo"(?) scambio (beh, in
effetti con questo tu sei gia' al 4.o scambio mentre io sono arrivato
al 4.o con questa mia replica) eh?
Post by Fernando
Ciao
Fernando
Ciao, Goffredo
--
<<La teoria della misura sta alla probabilità come lo stucco messo male sta alle pareti:
prima o poi cade" (dal matematico Gian Carlo Rota, 1932-1999, da "La probabilità di Gian
Carlo Rota", http://xoomer.virgilio.it/maurocer/Articoli/A71/Art71.htm)
Fernando
2007-02-20 22:39:44 UTC
Permalink
Post by Goffredo P.
Il Tue, 20 Feb 2007 00:59:25 +0100, "Fernando"
Post by Fernando
Lo ha detto lei, Margherita Hack, che il suo è un atto di fede con la stessa
valenza di quello opposto, ad un convegno presso lo Studio Filosofico
Benedettino, qui a Bologna, e in questi termini il suo discorso è
accettabilissimo
non conosco il contesto di questa discussione della Hack (io li' a
Bologna, quel giorno, non c'ero) ma posso al massimo immaginare il
senso di quel suo "atto di fede" : mentre dalla parte di chi *crede*
nella futura e facile possibilita' di effettuare viaggi interstellari
[1] (brevi nel tempo ma lunghi nello spazio) c'e' solo "pane, amore
(leggi pure "fede") e fantasia" e *basta*, da parte di chi si occupa e
convive con i livelli piu' avanzati della scienza raggiunti fino ai
giorni nostri (sia dal punto di vista osservazionale sperimentale che
da quello teorico) cio' che conta NON sono i SOGNI fantastici fatti ad
occhi chiusi e a "mente aperta", bensi' cio' che della REALTA' a occhi
ben aperti e a mente altrettanto aperta riesci a osservare e a
verificare nei laboratori con gli attuali strumenti di indagine
scientifica, mettendo a confronto i DATI misurati/osservati con cio'
che le TEORIE di cui ti stai occupandono e/o che stai verificando
predicono. Una di queste teorie e' la Relativita' Speciale, che in
poche parole e' basata sul principio di relativita' per il quale in
qualsiasi sistema di rif. inerziale le leggi fisiche sono le stesse e
sulla "costanza" (o meglio, *invarianza*) della velocita' delle onde
em nel vuoto in qualsiasi sistema di rif. inerziale.
Fino ad ora ne' la Hack, ne' Pacini, ne' Rubbia, ne' altri fisici
(astrofisici, geofisici, radio astronomi, particellari, nucleari,
elettronici, dello stato solido, dello stato condensato etc) ne'
ingegneri che progettano e realizzano parti per acceleratori, per tubi
catodici, che si occupano di diodi ad effetto tunnel, di onde
convogliate, di linee di trasmissione, di microprocessori, di
semiconduttori etc. hanno osservato una massa m>0 andare ad una
velocita' v>c anzi, vedono e misurano sempre eventi che riespettano la
R. Speciale e per i quali v<=c, con v=c solo per il caso particolare
in cui m=0. Da cio' probabilmente discende il SENSO da dare alle
parole della Hack : ha "fede" (scientifica) nell'impossibilita' di
fare viaggi interstellari
Questa è la ragione per cui l'altra volta mi sono lamentato della tua
supponenza: salvo che in qualche caso di narcolessia, io non ho bisogno che
qualcuno mi spieghi il senso di qualcosa che io ho ascoltato, e lui no.
La Hack intendeva proprio un atto di fede: una convinzione indimostrata,
nella consapevolezza della sua indimostrabilità... e questo le rende onore.
Anche perché le sue *argomentazioni*, che poi sono quelle stesse -
arcinote - su cui tu hai appena tenuto la tua brillante lezione, sono
argomentazioni di tutto rispetto... Ma pur sempre argomentazioni, quanto ai
problemi in gioco, e qui si entra nel campo dell'opinabile.
D'altra parte, che altro è l'ufologia, se non un qualcosa di opinabile quasi
"per definizione"?
Se sei d'accordo, assumerei che qui siamo tutti convinti che qua e là,
sebbene di rado, qualche fenomeno inspiegabile avvenga, e mi limito a quelli
in cielo: gli "ufi". Se non sei d'accordo cosa ci stai a fare qua? A
"convertire" gli altri? O a prenderli per il culo? Se è così dillo, perché
in tal caso il discorso non mi interessa più.
Poiché siamo in differita, decido di rischiare e continuo.
Dunque ci sono ufi e vogliamo "interpretarli", giusto? Va bene, parliamone,
e poi vediamo se qualche conclusione si può tirare.
Ma "parliamone" non vuol dire che il diritto di parola ce l'hai solo tu, i
tuoi maestri, e (qualche) tuo allievo, "...perché siete i più bravi" (che è,
sei contrario al suffragio universale, per caso?). E poiché si tratta di
opinioni, finché qualcuna non porterà qualche risultato nuovo avranno tutte
lo stesso valore: chiacchiere.
Sì, caro amico, tutte, perché anche le tue, benché tanto ben articolate, di
risultati nuovi, in questo campo, non portano neppure il sentore.
A meno che tu non consideri una conquista smascherare qualche truffa...
padronissimo. Se la tua fede (scientifica eh) ti impedisce di guardare oltre
la siepe del giardino io non ho proprio nulla da obiettarre, ma per favore
non cercare di impedirlo anche a me! Lo so che non ti ho ancora mostrato
nulla di interessante, ma lasciami guardare!
Questo atteggiamento "aperto", a mio molto, ma molto, ma molto modesto
avviso è più interessante, e sul piano argomentativo anche assai più ricco e
fecondo. Guarda al presente con un occhio al futuro ed uno al passato, come
le linee di campo di un solenoide (lascia perdere: è il sonno), un orecchio
a Cape Canaveral e uno in Chiesa (non t'irrigidire: Sant'Agostino era una
testa fina anche lui, sai... quasi come te!) e - diversamente dallo
scientista - non butta alle ortiche il pensiero di più di mezza umanità: il
pensiero metafisico, intendo, ma cerca di ricostruire il puzzle senza buttar
via neanche un pezzo.
Non so chi vincerà la corsa al futuro, ma se dovessi dire da che parte si
sarebbe schierato Leonardo, direi da questa, ed anche Einstein e Von Braun.
Post by Goffredo P.
Mo', mi raccomando, non buttare anche tu la questione che prima dei
fratelli Wright non si immaginava che un aereo potesse volare
Mi astengo: io ho parlato di SSI e di meccanica pre newtoniana, mi sembra
più calzante.
Post by Goffredo P.
Post by Fernando
Che poi nemmeno le teorie odierne escludono quei viaggi, per la verità,
perché se no come si spiega tutta la ricerca (scientifica eh) sui tachioni?
quella dei tachioni e' una estensione *matematica* della Relativita'
che comunque non viola la R. Speciale. Non so quanto tu ne sappia
perche' non so che studi tu abbia fatto, ma se sei del campo non
dovresti avere difficolta' a partire dai lavori dei primi anni del
secolo scorso (dall'uscita della Relativita' Ristretta o Speciale di
Einstein) fino, almeno, ai lavori di E. Recami ed oltre, ma se puo'
aiutarti, trovi parecchia roba e parecchia bibliografia per
approfondire qui : "Astrofisica e Cosmologia. Gravitazione, Quanti e
Relativita'" (Centenario Einsteniano)", Giunti Barbera, 1979. Da pag.
1021 a pag. 1097 trovi un utilissimo ed esaustivo articolo di Recami
Erasmo dal titolo "Alcune possibili estensioni della relatività".
Tieni pure conto che uno che lavoro' e pubblico' parecchio con E.
Recami su queste cose fu un mio bravissimo docente, che mi guido' in
quei meandri dei "tachioni". Ovviamente non ti dimenticare di leggere
e studiare quasi tutta la bibligrafia allegata, che si estende per ben
95 referenze scientifiche. Se poi non sei del settore (fisica), forse
ti potra' aiutare una ricerchina con goggle sull'argomento : io ti
suggerisco di dare una veloce letta alla ventina (+/-) di righe che
troverai qui http://scienzapertutti.lnf.infn.it/risposte/ris27.html
Grazie! Quanto ti devo?
Nun t'incazzà: scherzo.
Piuttosto, mi interesserebbero le tue risposte alle domande esplicite del
thread omonimo, perché non ci perdi un minuto?
Ciao
Fernando
Antonio Bruno
2007-02-21 00:40:53 UTC
Permalink
Post by Fernando
Questa è la ragione per cui l'altra volta mi sono lamentato della tua
supponenza: salvo che in qualche caso di narcolessia, io non ho bisogno
che qualcuno mi spieghi il senso di qualcosa che io ho ascoltato, e lui
no.
ROTFL...
Post by Fernando
La Hack intendeva proprio un atto di fede: una convinzione indimostrata,
nella consapevolezza della sua indimostrabilità... e questo le rende onore.
Anche perché le sue *argomentazioni*, che poi sono quelle stesse -
arcinote - su cui tu hai appena tenuto la tua brillante lezione, sono
argomentazioni di tutto rispetto... Ma pur sempre argomentazioni, quanto
ai problemi in gioco, e qui si entra nel campo dell'opinabile.
D'altra parte, che altro è l'ufologia, se non un qualcosa di opinabile
quasi "per definizione"?
Certo, altrimenti sarebbe "IFOlogia"....
Post by Fernando
Se sei d'accordo, assumerei che qui siamo tutti convinti che qua e là,
sebbene di rado, qualche fenomeno inspiegabile avvenga, e mi limito a
quelli in cielo: gli "ufi". Se non sei d'accordo cosa ci stai a fare qua?
A "convertire" gli altri? O a prenderli per il culo? Se è così dillo,
perché in tal caso il discorso non mi interessa più.
Io credo che il suo comportamento non sia originale, se confrontato con
quello di un Albricci qualunque o altro scettico a scelta del branco dei NG.
Direi...*convertire prendendo per il culo*...

Comunque, pensa che di quanto hai quotato della lezioncina dell' esimio, la
chiave di volta per risolvere la faccenda degli UFO potrebbe essere in
quella formuletta:
m=0. E' vero che i presunti recuperi da ufo-crash, sia dei "dischi volanti"
che dell' "equipaggio" dimostrerebbero che di massa ne avrebbero eccome, ma
non so spiegarti perchè non credo che gli UFO più interessanti siano loro.
Oppure, potrebbe essere che la massa si acquisisca solo una volta in
prossimità della Terra...
Un po' di fantasia, perbacco!...;-)
Ciao

Antonio Bruno
http://www.edicolaweb.net/graal.htm
http://groups.msn.com/LaricercadelGraal/_homepage.msnw?pgmarket=it-it
Non sono io che frequento i posti dove sta AB, è AB che infesta i posti
dove sto io (un docente di Fisica che nel molto tempo libero si allena nel
rivoltamento acrobatico delle frittate)
Goffredo P.
2007-02-21 13:44:44 UTC
Permalink
Il Wed, 21 Feb 2007 01:40:53 +0100, "Antonio Bruno"
Post by Antonio Bruno
Post by Fernando
Questa è la ragione per cui l'altra volta mi sono lamentato della tua
supponenza: salvo che in qualche caso di narcolessia, io non ho bisogno
che qualcuno mi spieghi il senso di qualcosa che io ho ascoltato, e lui
no.
ROTFL...
...
Post by Antonio Bruno
Certo, altrimenti sarebbe "IFOlogia"....
...
Post by Antonio Bruno
Io credo che il suo comportamento non sia originale, se confrontato con
quello di un Albricci qualunque o altro scettico a scelta del branco dei NG.
Direi...*convertire prendendo per il culo*...
Comunque, pensa che di quanto hai quotato della lezioncina dell' esimio, la
chiave di volta per risolvere la faccenda degli UFO potrebbe essere in
m=0. E' vero che i presunti recuperi da ufo-crash, sia dei "dischi volanti"
che dell' "equipaggio" dimostrerebbero che di massa ne avrebbero eccome, ma
non so spiegarti perchè non credo che gli UFO più interessanti siano loro.
Oppure, potrebbe essere che la massa si acquisisca solo una volta in
prossimità della Terra...
Un po' di fantasia, perbacco!...;-)
tutto qui? Perbacco : grazie per la tua eclatante e illuminata
fantasia infusa ma almeno io con quella che qui mostri e spargi non
saprei cosa farne.
Post by Antonio Bruno
Ciao
Antonio Bruno
--
<<La teoria della misura sta alla probabilità come lo stucco messo male sta alle pareti:
prima o poi cade" (dal matematico Gian Carlo Rota, 1932-1999, da "La probabilità di Gian
Carlo Rota", http://xoomer.virgilio.it/maurocer/Articoli/A71/Art71.htm)
Fernando
2007-02-22 16:49:50 UTC
Permalink
Post by Antonio Bruno
Comunque, pensa che di quanto hai quotato della lezioncina dell' esimio
(v. nota 1 in calce, n.d.a.), la chiave di volta per risolvere la faccenda
m=0. E' vero che i presunti recuperi da ufo-crash, sia dei "dischi
volanti" che dell' "equipaggio" dimostrerebbero che di massa ne avrebbero
eccome, ma non so spiegarti perchè non credo che gli UFO più interessanti
siano loro. Oppure, potrebbe essere che la massa si acquisisca solo una
volta in prossimità della Terra...
Un po' di fantasia, perbacco!...;-)
Ciao
Antonio Bruno
A) Ummhhh, non so che dire. In un'altra risposta, a Goffredo, credo, ho
sostenuto che bisogna lasciar correre la fantasia, ma anche che, finché non
porta qualche certezza nuova, qualsiasi argomento è aria fritta.
Personalmente sono più affascinato da queste: tim=tpr/sqr(1- (vim/c)^2)
e m = m0/sqr(1- (vim/c)^2), con vim > c, perché in un certo senso
consentono di superare il paradosso dei gemelli, e qiundi l'assurdità
antropologica dei viaggi a velocità subluminale, ma confrontabile a c
(velocità della luce), e inoltre (sempre in un certo senso) non pongono
limiti neppure alle distanze percorribili, che viceversa sono comunque
pesanti anche per vim ---> c..
La prima equazione esprime il tempo misurato da terra, e la seconda la massa
relativistica dell'oggetto in moto, entrambe in funzione della velocità
impropria, e per vim>c non danno i problemi, crescenti con vim, che si hanno
invece per vim --->c (il tempo dei gemelli sempre più sfasato, la massa
relativistica sempre più esosa ecc.).
Il guaio è che per andare più veloci della luce (vim > c).quelle due
equazioni hanno bisogno di soluzioni immaginarie, perché i radicandi
diventano negativi, e *cosa siano* un tempo o una massa immaginari nessuno
lo sa (ancora n.d.a.) dire, pertanto non si può (ancora n.d.a.) fare.
La scienza si ferma qui, e chi crede che tim = i * f(vim), e m = i *
g(vim), cioé tempo e massa immaginari, siano solo astrazioni matematiche,
aggiunge che non si potrà fare mai, ma sta solo argomentando, in base ad un
preciso atto di fede, come chi invece, per questa o altra via, crede il
contrario. Sono tutti nel mondo delle chiacchiere.
B) In questo mondo, io sono fra quelli che sperano che prima o poi si potrà
fare, e mi domando come. Altro da quanto ho scritto sopra, però, non
conosco, pertanto le mie domande ruotano lì intorno: "c'è modo di dare un
senso fisico a tempo e massa immaginari? Ossia di poterne utilizzare la
nozione in modo oggettivo?"
Non lo so, quindi aspetto che qualcuno abbia un' idea buona, in questo senso
o altro.
C'è un aaspetto curioso della questione, però, che sicuramente conosci, o
comunque ti interesserà sapere: in condizioni di vim>c, ci si troverebbe in
una realtà completamente a-causale: un mondo senza fisica.... Sarà per
questo che i fisici lo ignorano o lo detestano? ; )))
Sarebbe, mi par di capire, un mondo di tipo onirico... E qui tu vai a
nozze.... sarà per questo che detestano anche te? ;)))
Uuuuhhhh!!! Che vespaio! Spero che non si scatenerà un flame: ho solo
scherzato e chiedo scusa a tutti.
D'altra parte, anche tu detesti loro ;))).

C) Dunque, a partire da B, secondo le mie convinzioni, sono tutte
chiacchiere, ma il fatto che per vim>c la realtà esperibile sarebbe di tipo
onirico (che strana coincidenza con il termine "numeri immaginari", vero?
Come se i matematici del 600 che li hanno introdotti si aspettassero degli
sviluppi del genere... mah!?) ha delle implicazioni epistemologiche che mi
tormentano, e cioé: se alla base di tutta la conoscenza c'è l'esperienza, e
un'esperienza "oniroide" è la matrice di un mondo superluminale, non è che
un'astronave ce l'abbiamo già in camera da letto?
Ma sto scherzando, ovviamente, anche perché come dirigeere i miei sogni su
Zeta Rerticuli, e tornare indietro con una zetareticuliana convincente,
proprio non lo so.
Pensare al letto come a un'astronave impazzita e senza pilota, equivale ad
assumere che il sogno sia la manifestazione sensibile di un viaggio
superluminale della coscienza, e questo è un bel po' azzardato: richiede di
riconoscere a questo particolare stato di coscienza il carattere di realtà
indipendente, svincolata dalle attività cerebrali a cui invece correntemente
la si ascrive, e di inferire una identità di natura fisica (sogno <--->
vim>0), guarda caso, dall'identità degli effetti (esperienza omnirica <--->
esperienza superluminale).
Tuttavia, i due passaggi concettuali non sono così assurdi come sembra. A
cominciare, per quanto ne so, da Platone, e fino ai giorni nostri, la
convinzione di un gran numero di filosofi dell'esistenza di una dimensione
metafisica reale di cui quella fisica è solo un sottoinsieme è molto
radicata, e pare che anche alcune ricerche scientifiche sostengano la realtà
degli stati alterati di coscienza e delle relative esperiene. Quanto
all'identità delle cause a partire dall'identità degli effetti, abbiamo già
degli autorevolissimi precedenti: l'associazione del calore all'energia
meccanica è avvenuta constatando che la dissipazione di energia meccanica in
un sistema vi produce lo stesso effetto di un riscaldamento termico, e la
scoperta l'ha fatta Joule, che si occupava soprattutto di birra.

Ma sono solo chiacchiere. Adesso basta con le farneticazioni!

Ciao
Fernando
Post by Antonio Bruno
Post by Goffredo P.
Post by Fernando
Un esempio? La Hack non
crede ai viaggi interstellari per via delle distanze, è un suo atto di fede
nella scienza, la relativita' speciale e quella generale non e' un
"atto di fede" ma qualche cosa di ben diverso. Se uno poi volesse
cianciare di "superabilità" della vel. della luce perche' magari
"pensa" che col pensiero si puo' andare piu' veloci, o che viaggiando
all'interno di un wormhole o anche di un black hole lo si possa fare,
o che tra anta millenni "l'umanita ci si riuscira' grazie alla
fantasia plasmatica alla plasmon" o che "con la parapsicologia e
l'esoterismo iniziatico si puo' fare questo e quello" beh, basterebbe
farglielo dimostrare ...sempre che abbia pero' un minimo, maccheddico?
no! : un *massimo* di conoscenze avanzate *almeno* in fisica, in
matematica e nella *sperimentazione* proprio di quelle cose (andando
oltre al limite conosciuto attuale) e che 'ste cose le sappia
masticare almeno da qualche decennio con tanto di calcoletti ed
esperimenti alla mano rifatti e magari pure migliorati!
Lo ha detto lei, Margherita Hack, che il suo è un atto di fede con la
stessa valenza di quello opposto, ad un convegno presso lo Studio
Filosofico Benedettino, qui a Bologna, e in questi termini il suo discorso
è accettabilissimo
non conosco il contesto di questa discussione della Hack (io li' a
Bologna, quel giorno, non c'ero) ma posso al massimo immaginare il
senso di quel suo "atto di fede" : mentre dalla parte di chi *crede*
nella futura e facile possibilita' di effettuare viaggi interstellari
[1] (brevi nel tempo ma lunghi nello spazio) c'e' solo "pane, amore
(leggi pure "fede") e fantasia" e *basta*, da parte di chi si occupa e
convive con i livelli piu' avanzati della scienza raggiunti fino ai
giorni nostri (sia dal punto di vista osservazionale sperimentale che
da quello teorico) cio' che conta NON sono i SOGNI fantastici fatti ad
occhi chiusi e a "mente aperta", bensi' cio' che della REALTA' a occhi
ben aperti e a mente altrettanto aperta riesci a osservare e a
verificare nei laboratori con gli attuali strumenti di indagine
scientifica, mettendo a confronto i DATI misurati/osservati con cio'
che le TEORIE di cui ti stai occupandono e/o che stai verificando
predicono. Una di queste teorie e' la Relativita' Speciale, che in
poche parole e' basata sul principio di relativita' per il quale in
qualsiasi sistema di rif. inerziale le leggi fisiche sono le stesse e
sulla "costanza" (o meglio, *invarianza*) della velocita' delle onde
em nel vuoto in qualsiasi sistema di rif. inerziale.

Fino ad ora ne' la Hack, ne' Pacini, ne' Rubbia, ne' altri fisici
(astrofisici, geofisici, radio astronomi, particellari, nucleari,
elettronici, dello stato solido, dello stato condensato etc) ne'
ingegneri che progettano e realizzano parti per acceleratori, per tubi
catodici, che si occupano di diodi ad effetto tunnel, di onde
convogliate, di linee di trasmissione, di microprocessori, di
semiconduttori etc. hanno osservato una massa m>0 andare ad una
velocita' v>c anzi, vedono e misurano sempre eventi che riespettano la
R. Speciale e per i quali v<=c, con v=c solo per il caso particolare
in cui m=0. Da cio' probabilmente discende il SENSO da dare alle
parole della Hack : ha "fede" (scientifica) nell'impossibilita' di
fare viaggi interstellari perche' le distanze interstellari sono
elevatissime, perche' le masse delle astronavi non sono nulle, perche'
se anche tali astronavi andassero a velocita' prossime (ma sempre
inferiori) a "c", impiegherebbero tempi di A/R elevatissimi,
consumerebbero quantita' "straordinarie" di energia e... sarebbe anche
catastrofico se nel suo viaggio ad elevate velocita' quell'astronave
incontrasseo un pur piccolo frammento di materia!
Antonio Bruno
2007-02-23 10:17:31 UTC
Permalink
Post by Fernando
A) Ummhhh, non so che dire. In un'altra risposta, a Goffredo, credo, ho
sostenuto che bisogna lasciar correre la fantasia, ma anche che, finché
non porta qualche certezza nuova, qualsiasi argomento è aria fritta.
A me basta la prima parte. Lasciando correre la fantasia c'è sempre da
guadagnarci perchè si possono avere intuizioni risolutive che, altrimenti,
non si avrebbero mai.
-------------------CUT-----------------------------------------

Sì, ma il fatto è che "c", a certi livelli, per me non esiste nemmeno più,
con buona pace della RG. E poi, sei sicuro che i nostri "amici" scettici
siano d'accordo sul fatto che tim=tpr/sqr(1- (vim/c)^2) e m = m0/sqr(1-
(vim/c)^2), con vim > c, consentano di superare il paradosso dei
gemelli?...;-)
Post by Fernando
La prima equazione esprime il tempo misurato da terra, e la seconda la
massa relativistica dell'oggetto in moto, entrambe in funzione della
velocità impropria,
----------------------------CUT---------------------------------------------
Post by Fernando
La scienza si ferma qui, e chi crede che tim = i * f(vim), e m = i *
g(vim), cioé tempo e massa immaginari, siano solo astrazioni matematiche,
aggiunge che non si potrà fare mai, ma sta solo argomentando, in base ad
un preciso atto di fede, come chi invece, per questa o altra via, crede il
contrario. Sono tutti nel mondo delle chiacchiere.
Ma, in effetti, è proprio qui il problema: la supponenza dell'affermazione
"Non si potrà fare mai!". Siamo nel mondo delle chiacchere, d'accordo, ma in
questo mondo si "infiltrano" dei fatti che io intendo rispettare, e non
deridere in toto o ignorare dall'alto della mia posizione incompleta di
paludato "chiaccheratore". Alludo ai fenomeni pn ed a quelli ufologici...
Post by Fernando
B) In questo mondo, io sono fra quelli che sperano che prima o poi si
potrà fare, e mi domando come. Altro da quanto ho scritto sopra, però, non
conosco, pertanto le mie domande ruotano lì intorno: "c'è modo di dare un
senso fisico a tempo e massa immaginari? Ossia di poterne utilizzare la
nozione in modo oggettivo?"
Non lo so, quindi aspetto che qualcuno abbia un' idea buona, in questo
senso o altro.
Io *credo* di sì. Tu sai a cosa sono propenso, perciò non dico molto di più.
Aggiungo solo di riflettere su certi aspetti del Buddismo...;-)
Post by Fernando
C'è un aaspetto curioso della questione, però, che sicuramente conosci, o
comunque ti interesserà sapere: in condizioni di vim>c, ci si troverebbe
in una realtà completamente a-causale: un mondo senza fisica.... Sarà per
questo che i fisici lo ignorano o lo detestano? ; )))
Eheheheh, tu che dici? Non fa piacere trovarsi di colpo disoccupati!...;-)
Post by Fernando
Sarebbe, mi par di capire, un mondo di tipo onirico... E qui tu vai a
nozze.... sarà per questo che detestano anche te? ;)))
Uuuuhhhh!!! Che vespaio! Spero che non si scatenerà un flame: ho solo
scherzato e chiedo scusa a tutti.
D'altra parte, anche tu detesti loro ;))).
Beh, ma in questi scherzi c'è molta verità...;-)
Post by Fernando
C) Dunque, a partire da B, secondo le mie convinzioni, sono tutte
chiacchiere, ma il fatto che per vim>c la realtà esperibile sarebbe di
tipo onirico (che strana coincidenza con il termine "numeri immaginari",
vero? Come se i matematici del 600 che li hanno introdotti si aspettassero
degli sviluppi del genere... mah!?)
Tu che ne puoi sapere? Non a caso, prima, ho parlato di *intuizione*...
Post by Fernando
ha delle implicazioni epistemologiche che mi tormentano, e cioé: se alla
base di tutta la conoscenza c'è l'esperienza, e un'esperienza "oniroide" è
la matrice di un mondo superluminale, non è che un'astronave ce l'abbiamo
già in camera da letto?
Ma sto scherzando, ovviamente, anche perché come dirigeere i miei sogni su
Zeta Rerticuli, e tornare indietro con una zetareticuliana convincente,
proprio non lo so.
---------------------CUT------------------------

Guarda che nessuno sa ancora, con precisione, cosa sia il sogno. Poi, tutti
gli "inconvenienti" di cui parli sono essenzialmente *oggettivi*, ovvero
indifferenti ad una ipotetica realtà delle cose. Cosa sia la vita onirica,
in effetti, è tuttora un mistero per molti suoi aspetti che potrebbe
riservarci non poche sorprese; non per nulla certi fenomeni paranormali, dal
superamento dei limiti spaziotemporali, alla veggenza ed anche il cosiddetto
"viaggio fuori dal corpo", se ne infischiano delle nostre leggi fisiche...
Post by Fernando
Tuttavia, i due passaggi concettuali non sono così assurdi come sembra. A
cominciare, per quanto ne so, da Platone, e fino ai giorni nostri, la
convinzione di un gran numero di filosofi dell'esistenza di una dimensione
metafisica reale di cui quella fisica è solo un sottoinsieme è molto
radicata, e pare che anche alcune ricerche scientifiche sostengano la
realtà degli stati alterati di coscienza e delle relative esperiene.
Quanto all'identità delle cause a partire dall'identità degli effetti,
abbiamo già degli autorevolissimi precedenti: l'associazione del calore
all'energia meccanica è avvenuta constatando che la dissipazione di
energia meccanica in un sistema vi produce lo stesso effetto di un
riscaldamento termico, e la scoperta l'ha fatta Joule, che si occupava
soprattutto di birra.
Ma sono solo chiacchiere. Adesso basta con le farneticazioni!
Farneticassero tutti così!...;-)
Comunque, bisogna saper leggere negli eventi, trascendere la propria
oggettività. Ti dò una parola chiave: *ESPANDERSI*.
Buone farneticazioni!...

Antonio Bruno
http://www.edicolaweb.net/graal.htm
http://groups.msn.com/LaricercadelGraal/_homepage.msnw?pgmarket=it-it
Non sono io che frequento i posti dove sta AB, è AB che infesta i posti
dove sto io (un docente di Fisica che nel molto tempo libero si allena nel
rivoltamento acrobatico delle frittate)
feynman
2007-02-23 17:07:22 UTC
Permalink
Post by Antonio Bruno
Comunque, bisogna saper leggere negli eventi, trascendere la propria
oggettività. Ti dò una parola chiave: *ESPANDERSI*.
Pericolo, le parole chiave le dà Nithael:

"Alla sorella L comunichiamo questa parola chiave adatta al momento:
FLESSIBILITA'. Solo un asta flessibile non si spezza con gli impatti."

Che cialtrone.

ciao
feynman
--
i mesi di patteggiamento sono 20. Mi ero confuso perchè
hanno decurtato quello trascorso in carcere. Resterebbero 19,
una via di mezzo per questa vicenda in cui, il più incapace di intendere
sono stato proprio io...
(il solito condannato per truffa riguardo alla sua pena)
Goffredo P.
2007-02-21 13:36:00 UTC
Permalink
Il Tue, 20 Feb 2007 23:39:44 +0100, "Fernando"
Post by Fernando
Grazie! Quanto ti devo?
una birra, un'insalata e una braciola :))
Post by Fernando
Nun t'incazzà: scherzo.
ci mancherebbe, non mi incazzo mica per cosi' poco!
Post by Fernando
Piuttosto, mi interesserebbero le tue risposte alle domande esplicite del
thread omonimo, perché non ci perdi un minuto?
vabbe', ma con calma, perche' per il momento ho solo una mezz'oretta
per leggere ancora qualche post. Finito il lavoro che mi aspettera'
tra poco piu' di mezz'ora fino a non so quando, in serata o in nottata
se faccio, in tempo iniziero' a imbastire le risposte; intanto
pensero' a come imbastirle.
Post by Fernando
Ciao
Fernando
Ciao, Goffredo
--
<<La teoria della misura sta alla probabilità come lo stucco messo male sta alle pareti:
prima o poi cade" (dal matematico Gian Carlo Rota, 1932-1999, da "La probabilità di Gian
Carlo Rota", http://xoomer.virgilio.it/maurocer/Articoli/A71/Art71.htm)
Antonio Bruno
2007-02-19 01:12:12 UTC
Permalink
Post by Fernando
La 2a parte del mio post mi sembra chiara: quando qualcosa per definizione
non rientra nell'ortodossia scientifica, non è lecito per questo
verificare se rientrano nel noto. Terzo: Se no, lambiccarsi il cervello
criticamente, ma a ruota libera.
Esatto. Ed è giusto che sia così perchè la scienza è continua scoperta anche
se, in determinati casi come il paranormale o l'ufologia, non si sa bene
dove sbattere la testa. Ma le testate bisogna prenderle, non mettersi in
testa un elmetto di conoscenza acquisita per non farsi male! Sbattere la
testa finchè si riuscirà ad oltrepassare il muro come un fantasma: senza nè
abbattere il muro nè farsi male alla capa...;-)

Antonio Bruno
http://www.edicolaweb.net/graal.htm
http://groups.msn.com/LaricercadelGraal/_homepage.msnw?pgmarket=it-it
Non sono io che frequento i posti dove sta AB, è AB che infesta i posti
dove sto io (un docente di Fisica che nel molto tempo libero si allena nel
rivoltamento acrobatico delle frittate)
Antonio Bruno
2007-02-19 01:08:34 UTC
Permalink
Post by Fernando
Secondo te quel "vuoto" è sempre scientifico? A parte gli involontari
capipopolo come Bacini
Pacini.
Post by Fernando
e la Hack - di cui per altro amo la natura catofila - io credo che il 99%
degli "spalatori" siano diciassettenni "tifosi" di scienza come del Borgo
Panigale Calcio, ignoranti come capre, al pari dei coetanei da stadio, non
solo di parascienza, ma ancor più della scienza di cui si fanno alfieri.
E qui hai toccato un nervo scoperto!...;-) E' proprio così, infatti. Costoro
sono delle specie di ultras che, in realtà, usurpano lo spirito scientifico
vero che stimola la continua RICERCA, dove esistono fatti che la stimolin,
anche se i fatti non si sono ancora piegati ed accartocciati nelle ristrette
dimensioni delle conoscenze acquisite.
Post by Fernando
Quanto alle risposte scientifiche, chi dice che una scienza
(eventualmente) più evoluta della nostra sia riconducibile nei canoni di
questa? Sarebbe come spiegare la stazione spaziale internazionale con la
teoria della terra piatta.
Proprio così. Ed è qui che sta l'arrogante superbia e l' ascientifica
presunzione di chi vorrebbe che tutto l'universo si sottomettesse ai canoni
della *nostra* attuale scienza.

Antonio Bruno
http://www.edicolaweb.net/graal.htm
http://groups.msn.com/LaricercadelGraal/_homepage.msnw?pgmarket=it-it
Non sono io che frequento i posti dove sta AB, è AB che infesta i posti
dove sto io (un docente di Fisica che nel molto tempo libero si allena nel
rivoltamento acrobatico delle frittate)
feynman
2007-02-20 00:25:02 UTC
Permalink
Post by Fernando
Secondo te quel "vuoto" è sempre scientifico? A parte gli involontari
capipopolo come Bacini
e chi sarebbe costui?
più sotto parlavi di gente ignorante come capre e non vorrei mai fosse
autoreferenziale.

ciao
feynman
--
i mesi di patteggiamento sono 20. Mi ero confuso perchè
hanno decurtato quello trascorso in carcere. Resterebbero 19,
una via di mezzo per questa vicenda in cui, il più incapace di intendere
sono stato proprio io...
(il solito condannato per truffa riguardo alla sua pena)
Fernando
2007-02-20 00:41:47 UTC
Permalink
Post by feynman
Post by Fernando
Secondo te quel "vuoto" è sempre scientifico? A parte gli involontari
capipopolo come Bacini
e chi sarebbe costui?
Pacini?
Post by feynman
più sotto parlavi di gente ignorante come capre e non vorrei mai fosse
autoreferenziale.
Cazzo come 6 severo!
Post by feynman
ciao
feynman
Antonio Bruno
2007-02-20 00:54:03 UTC
Permalink
Post by Fernando
Post by feynman
più sotto parlavi di gente ignorante come capre e non vorrei mai fosse
autoreferenziale.
Cazzo come 6 severo!
'A Fernà!... Ti sei imbarcato proprio bene!... Pierpioppi e fetentman...:-(
Auguri!!! Di cuore...;-)

Antonio Bruno
http://www.edicolaweb.net/graal.htm
http://groups.msn.com/LaricercadelGraal/_homepage.msnw?pgmarket=it-it
Non sono io che frequento i posti dove sta AB, è AB che infesta i posti
dove sto io (un docente di Fisica che nel molto tempo libero si allena nel
rivoltamento acrobatico delle frittate)
Goffredo P.
2007-02-16 22:15:44 UTC
Permalink
Il Fri, 16 Feb 2007 02:11:34 +0100, "Antonio Bruno"
Post by Antonio Bruno
Un RICERCATORE meritevole di attenzione per il meticoloso lavoro svolto nel
campo dell'ufologia e, in particolare, dei rapimenti o abductions è Derrel
Sims.
Studioso di testi sacri e antichi, ritiene che fatti storici riportati nella
Bibbia, negli scritti sumerici, nella storia tedesca del 15° secolo e in
quella americana del 19° secolo possano offrire una direzione
nell'affrontare il problema.
coco', hai dimenticato di copiaincollare questa parte del fuffologo
Sims : "si pone con la mente aperta a ogni domanda, anche la più
scettica, e si impegna a trovare le più diverse strade per raggiungere
una risposta, studiando e confrontandosi con chi si avvicina a lui, in
uno spirito di rispetto reciproco". In pratica, da buon fuffologo,
evita proprio di dare risposte a chi... A chi? Mah, ad esempio
leggitelo qui http://www.arpnet.it/ufo/priscu20.htm ...e poi "sappiti"
che fa quel "RICERCATORE"(?). A uno dei "convegni" di San Marino al
quale partecipo' anni fa, a me come ad altri (sia miei amici che non)
che gli facevano specifiche domande tecniche rispose (sommariamente
parlando), dopo aver aperto una delle sue famigerate valigette, che se
volevamo acquistare qualche pezzetto della sua collezione di minuscoli
e meno minuscoli ovetti mezzi rotti e di altre pietruzze
cianfrusagliate... ce li poteva vendere a non ricordo piu' quante
*migliaia* di $ a pezzetto!!!! Invece alle specifiche domande che gli
ponevamo rispondeva sempre in maniera elusiva, sfuggente e spesso
cambiando discorso : sappiti anche questo, va'...
Post by Antonio Bruno
A tutt'oggi, Sims non ha mai rivelato a nessuno
qual è il vero scopo per cui esistono questi impianti.
e te credo! : se per caso dovesse raccontare che lo fa per $oldi e
perche' nel campo degli "alieni" ci sono molti believer$ pronti a
ber$i qualsiasi cosa indimostrata e indimostrabile, tu che diresti?
Post by Antonio Bruno
Tutto ciò che
dichiara è: "Non sono ciò che pensate e non hanno una tecnologia come noi la
intendiamo e non assomigliano neppure agli impianti che si usano nella
comunità medico/scientifica.".
dichiarandolo cosi', in du' parole, sembra vero...
Post by Antonio Bruno
Il sogno di Derrel Sims è stato quello di realizzare un accorpamento di
persone - che lui denomina appunto "Dream Team" - tra cui si annoverano
medici, chirurghi, professionisti della salute mentale e scienziati
specializzati in vari campi.
e chissa' se sono riusciti a fargli capire qualche cosa del loro
scibile o se quello scibile a lui (e a loro?) e' solo scivolato da 'na
recchia fin li' dove non batte mai il sole?
Post by Antonio Bruno
L'idea è di realizzare un sistema di revisione
dei casi e dei dati "alla pari", in modo che le procedure e i protocolli di
ogni affiliato impediscano la diffusione di atti o notizie non valutate
completamente, salvaguardando la segretezza del lavoro di ognuno.
strano pero', il link che hai postato
(http://www.primocontatto.net/articoli/sims.htm) non dice nulla sulla
diffusione degli atti e delle notizie valutate! Inoltre D. Sims
afferma, nelle altre pagine di quel link, di aver "praticato anestesia
completa in sala operatoria" e che lavora "in una clinica ipnotica
tutti i giorni", dice in altra pagina di quel link di essere "master
in ipnositerapia" e di essere "diplomato come Anestesiologo ipnotista
con la specializzazione adatta ad addentrarmi in vari campi medici" :
non so negli USA, ma qui da noi uno che si mette a praticare
"anestesia" in sala operatoria e che per di piu' lavora in una
"clinica ipnotica", lo puo' fare SOLO se e' un *dottore* in MEDICINA
riconosciuto con particolari *specializzazioni*. Non sara' che da ex
"ufficiale" della "Polizia Militare" e della "Polizia Coreana" [cit],
che ha fatto il "volontario per breve tempo durante la guerra in
Vietnam" e che e' stato "piazzato nella CIA per due anni"... in quelle
cliniche magari faceva solo parte della... sicurezza?

Per ultimo, chiederei a "Sao 67174" se mi legge, qualche cosa sia sul
raro meteorite chiamato "Widmanstatten" che sulle... strutture o linee
di Widmanstatten.
Post by Antonio Bruno
Antonio Bruno
Goffredo
--
"Con certe tardone sfatte, credimi, non mi si sarebbe nemmeno
drizzato se non fossi stato in ottica rituale" (Antonio Bruno
"***@vodafone.it", 24/10/06 alle 21:17, nel thread
"L' Astronave senza rotta")
Sao 67174
2007-02-17 17:59:59 UTC
Permalink
Post by Goffredo P.
Il Fri, 16 Feb 2007 02:11:34 +0100, "Antonio Bruno"
CUT
Post by Goffredo P.
Per ultimo, chiederei a "Sao 67174" se mi legge, qualche cosa sia sul
raro meteorite chiamato "Widmanstatten" che sulle... strutture o linee
di Widmanstatten.
Post by Antonio Bruno
Antonio Bruno
Goffredo
Ma se non guardavo Google come avrei letto questo messaggio?
Comunque: le linee di Widmanstätten sono particolari figure
che appaiono in certi tipi di meteoriti metalliche, le ottaedriti e con
più difficoltà nelle ataxiti: per vederle bisogna, oltre avere una superfice
tagliata e lucidata, passarci sopra succo di limone o un acido e quindi
appaiono queste figure di cristallizzazione, non appaiono nei metalli
lavori dall'Uomo o in natura sulla Terra a causa delle particolari
condizioni in cui si formano queste meteoriti (pressioni elevatissime
e tempi lunghissimi di raffreddamento).
Domanda: perchè questa domanda? Scusate il gioco di parole.
Saluti.
Sao 67174
Goffredo P.
2007-02-18 11:52:27 UTC
Permalink
Post by Sao 67174
Post by Goffredo P.
Per ultimo, chiederei a "Sao 67174" se mi legge, qualche cosa sia sul
raro meteorite chiamato "Widmanstatten" che sulle... strutture o linee
di Widmanstatten.
Ma se non guardavo Google come avrei letto questo messaggio?
lo avresti potuto leggere scaricando i messaggi di IDU con un
normalissimo newsreader e prima o poi (salvo eventuali tuoi plonkaggi)
saresti arrivato ad un messaggio ancora da leggere con un "From:"
riportante il nick "Goffredo P." (che poi sono io, mbe'). Vabbe',
avrei anche potuto mandarti una mail privata a quell'indirizzo di
email che mi fornisti tempo fa per chiederti quello che ti chiedero'
alla fine di questo mio post, ma non sarebbe stato bello
copiaincollare, poi, la tua eventuale risposta qui sul NG :))
Post by Sao 67174
Comunque: le linee di Widmanstätten sono particolari figure
che appaiono in certi tipi di meteoriti metalliche, le ottaedriti e con
più difficoltà nelle ataxiti: per vederle bisogna, oltre avere una superfice
tagliata e lucidata, passarci sopra succo di limone o un acido e quindi
appaiono queste figure di cristallizzazione, non appaiono nei metalli
lavori dall'Uomo o in natura sulla Terra a causa delle particolari
condizioni in cui si formano queste meteoriti (pressioni elevatissime
e tempi lunghissimi di raffreddamento).
questo lo sapevo gia'...
Post by Sao 67174
Domanda: perchè questa domanda? Scusate il gioco di parole.
ok, spiego tutto e meglio compreso perche' in questo thread ho
richiesto la tua consulenza.

Inizio dall'ultima che ho detto : seguo spesso i thread aperti da te e
tue risposte sia su IDU, sia su IDM che in altri NG. Ho notato che ti
occupi (IMHO) professionalmente [anche se qualche volta hai asserito
di essere un solo un "astronomo dilettante"(?)] di astronomia, di
meteore, di bolidi, di geologia e di... METEORITI. Ecco, di
*meteoriti* : per questo ti ho chiamato "in causa"!

E ora passiamo alla alla prima che ho detto (leggi "spiego tutto e
meglio") :

nel link http://www.primocontatto.net/articoli/sims.htm citato da
poster Antonio Bruno, che ha aperto questo thread, ad un certo punto,
verso la meta' della pagina del link, si legge :

<<Derrel Sims ha studiato e sperimentato i campi più controversi di
quello che appare come il "mistero" ufologico, con un'attenzione
particolare ai rapimenti. Da tempo si dedica a trovare il modo
migliore per estrarre oggetti misteriosi (di natura non biologica e
perciò definiti "impianti") dal corpo delle persone. Molti di questi
interventi non sono stati resi pubblici. Meritano menzione due casi:
nel primo fu rinvenuta una fila di otto marcature in una gamba e uno
degli impianti più inusuali nell'altra gamba. Nel secondo caso, si
trattava di un impianto bizzarro in un piede. Buona parte, se non
tutti, di questi impianti sembrano assomigliare alla struttura di un
raro meteorite, detto "Widmanstatten">>

Ora, indipendentemente da cio' di cui ciancia D. Sims, a me risultano
esistere sia le strutture che le figure di Widmanstätten presenti e
ritrovate in *diverse* meteoriti (come quelle di tipo "Gibeon")
contenenti composti di Fe e Ni e altri elementi chimici (come nelle
sideroliti e nelle ottaedriti [1]) MA non mi risulta l'esistenza di
<<un raro meteorite detto "Widmanstatten">>.

A te risulta l'esistenza di un "raro meteorite detto" Widmanstätten??

[1] vedi, ad esempio :
http://www.astroara.org/meteo/report/pdf/Meteoriti.pdf
Post by Sao 67174
Saluti.
Sao 67174
Saluti anche a te e a tutti gli altri, Goffredo
--
<<La teoria della misura sta alla probabilità come lo stucco messo male sta alle pareti:
prima o poi cade" (dal matematico Gian Carlo Rota, 1932-1999, da "La probabilità di Gian
Carlo Rota", http://xoomer.virgilio.it/maurocer/Articoli/A71/Art71.htm)
Sao 67174
2007-02-18 12:48:36 UTC
Permalink
"Goffredo P." <***@examplex.invalid> ha scritto nel messaggio news:***@4ax.com...

CUT
Post by Goffredo P.
ok, spiego tutto e meglio compreso perche' in questo thread ho
richiesto la tua consulenza.
grazie, sono 10 Euro a ora! ;-))))) (Scherzo!)
Post by Goffredo P.
Inizio dall'ultima che ho detto : seguo spesso i thread aperti da te e
tue risposte sia su IDU, sia su IDM che in altri NG. Ho notato che ti
occupi (IMHO) professionalmente [anche se qualche volta hai asserito
di essere un solo un "astronomo dilettante"(?)] di astronomia, di
meteore, di bolidi, di geologia e di... METEORITI. Ecco, di
*meteoriti* : per questo ti ho chiamato "in causa"!
"professionalmente"? Un professionista è pagato, invece io non sono
pagato per le mie ricerche, anzi pago di tasca mia tutte le spese.
Post by Goffredo P.
E ora passiamo alla alla prima che ho detto (leggi "spiego tutto e
nel link http://www.primocontatto.net/articoli/sims.htm citato da
poster Antonio Bruno, che ha aperto questo thread, ad un certo punto,
<<Derrel Sims ha studiato e sperimentato i campi più controversi di
quello che appare come il "mistero" ufologico, con un'attenzione
particolare ai rapimenti. Da tempo si dedica a trovare il modo
migliore per estrarre oggetti misteriosi (di natura non biologica e
perciò definiti "impianti") dal corpo delle persone. Molti di questi
nel primo fu rinvenuta una fila di otto marcature in una gamba e uno
degli impianti più inusuali nell'altra gamba. Nel secondo caso, si
trattava di un impianto bizzarro in un piede. Buona parte, se non
tutti, di questi impianti sembrano assomigliare alla struttura di un
raro meteorite, detto "Widmanstatten">>
Ora, indipendentemente da cio' di cui ciancia D. Sims, a me risultano
esistere sia le strutture che le figure di Widmanstätten presenti e
ritrovate in *diverse* meteoriti (come quelle di tipo "Gibeon")
contenenti composti di Fe e Ni e altri elementi chimici (come nelle
sideroliti e nelle ottaedriti [1]) MA non mi risulta l'esistenza di
<<un raro meteorite detto "Widmanstatten">>.
A te risulta l'esistenza di un "raro meteorite detto" Widmanstätten??
http://www.astroara.org/meteo/report/pdf/Meteoriti.pdf
Assolutamente no! I meteoriti portano i nomi delle località di
rinvenimento, i tipi di meteoriti invece spesso portano il nome di
ricercatori come Pallas e le pallassiti, Howard e le howarditi, ecc.
Non esiste nessuna meteorite chiamata Widmanstätten, ne esiste
un tipo di meteorite chiamato con tale nome, con questo nome
sono chiamate delle figure che compaiono nelle ottaedriti e a volte
nelle ataxiti, Widmanstätten deriva da Alois(io) Beckh von Widmanstätten,
un ricercatore austriaco che fu uno dei primi studiosi delle meteoriti,
quando parlare di meteoriti per uno studioso era come parlare oggi
di Ufo.

Comunque gli impianti di cui si parla, ammettendo che esistono e che
siano stati creati da Alieni, non possono
avere le figure di Widmanstätten, perchè mentre possono
avere la stessa composizione (ferro più nickel, gallio e germanio
vedi l'ultimo link che hai postato) e al limite creati nelle stesse
condizioni di pressione (centinaia di migliaia di atmosfere)
gli Alieni NON possono avere fatto raffreddare le leghe degli impianti
per MILIONI di anni come è necessario perchè si formino le suddette figure,
al limite si potrebbe pensare che abbiano
trovato metodi più rapidi per creare leghe con queste figure ma
stiamo andando avanti di fantasia e teoria, e sopratutto le domanda sarebbe
per fare che? Queste leghe non hanno applicazioni pratiche, certo che
se potessimo farle le useremmo in siderurgia, ma nella carpenteria
non in "impianti" che si suppone abbiano necessità di avere l'equivalente
di "circuiti elettronici o similari".

CUT
Post by Goffredo P.
Saluti anche a te e a tutti gli altri, Goffredo
Saluti.
Sao 67174
Goffredo P.
2007-02-18 15:13:58 UTC
Permalink
Post by Sao 67174
Post by Goffredo P.
ok, spiego tutto e meglio compreso perche' in questo thread ho
richiesto la tua consulenza.
grazie, sono 10 Euro a ora! ;-))))) (Scherzo!)
quanto ci hai messo per rispondere, un'ora o un paio di minuti? Beh,
se e' il secondo caso, allora fai dovuta proporzione e beccati 'sti
30-40 centesimi di Euro! (non scherzo... perche' te li daro' quando
riusciro' a incontrarti - prima o poi dovra' pur accadere, no? - da
qualche parte, fosse anche sul bordo o all'interno del Meteor Crater!)
Post by Sao 67174
Post by Goffredo P.
Ora, indipendentemente da cio' di cui ciancia D. Sims, a me risultano
esistere sia le strutture che le figure di Widmanstätten presenti e
ritrovate in *diverse* meteoriti (come quelle di tipo "Gibeon")
contenenti composti di Fe e Ni e altri elementi chimici (come nelle
sideroliti e nelle ottaedriti [1]) MA non mi risulta l'esistenza di
<<un raro meteorite detto "Widmanstatten">>.
A te risulta l'esistenza di un "raro meteorite detto" Widmanstätten??
Assolutamente no!
...
Post by Sao 67174
Non esiste nessuna meteorite chiamata Widmanstätten, ne esiste
un tipo di meteorite chiamato con tale nome, con questo nome
sono chiamate delle figure che compaiono nelle ottaedriti e a volte
nelle ataxiti, Widmanstätten deriva da Alois(io) Beckh von Widmanstätten,
un ricercatore austriaco che fu uno dei primi studiosi delle meteoriti,
quando parlare di meteoriti per uno studioso era come parlare oggi
di Ufo
chissa' pero' se D. Sims (o chi ha tradotto in itaGliano cio' che e'
riportato su http://www.primocontatto.net/articoli/sims.htm e in altri
siti a lui dedicati...) lo sa? Mah, me ha dei forti dubbi....
Post by Sao 67174
Comunque gli impianti di cui si parla, ammettendo che esistono e che
siano stati creati da Alieni, non possono
avere le figure di Widmanstätten, perchè mentre possono
avere la stessa composizione (ferro più nickel, gallio e germanio
vedi l'ultimo link che hai postato) e al limite creati nelle stesse
condizioni di pressione (centinaia di migliaia di atmosfere)
gli Alieni NON possono avere fatto raffreddare le leghe degli impianti
per MILIONI di anni come è necessario perchè si formino le suddette figure,
al limite si potrebbe pensare che abbiano
trovato metodi più rapidi per creare leghe con queste figure ma
stiamo andando avanti di fantasia e teoria, e sopratutto le domanda sarebbe
per fare che? Queste leghe non hanno applicazioni pratiche, certo che
se potessimo farle le useremmo in siderurgia, ma nella carpenteria
non in "impianti" che si suppone abbiano necessità di avere l'equivalente
di "circuiti elettronici o similari".
vero e quoto per intero la tua risposta, a imperitura memoria per chi
ancora va dietro alle scemenze di D. Sims e agli "impiantistici"
aGlieni..
Post by Sao 67174
Saluti.
Sao 67174
Ciao da Goffredo (e.. alla prossima sfilata di carri carnevaleschi,
perche' qui oggi piove, governo ladro! :))
--
<<La teoria della misura sta alla probabilità come lo stucco messo male sta alle pareti:
prima o poi cade" (dal matematico Gian Carlo Rota, 1932-1999, da "La probabilità di Gian
Carlo Rota", http://xoomer.virgilio.it/maurocer/Articoli/A71/Art71.htm)
Continua a leggere su narkive:
Loading...